I ragazzi stanno bene, il  nuovo film di Lisa Cholodenko, uscirà nelle sale italiane l’11 marzo. Una bellisssima storia che si ispira molto alle serie tv americane, per tipologia di scrittura e per approccio alla tematica che affronta.

Due donne, Nic (Annette Bening) e Jules (Julianne Moore), sono una coppia omosessuale sposata ed entrambe hanno avuto la possibilità di avere un figlio grazie all’inseminazione artificiale.

I due ragazzi, Laser (Julianne Moore) e Joni (Julianne Moore), di comune accordo, cercano di scoprire chi è il padre e, contattando la banca del seme, riescono nel loro intento. Conosceranno così il loro padre, Paul (Mark Ruffalo), ristoratore scapolo che accetta immediatamente i due ragazzi e insieme decidono di portalo dalle rispettive madri.

Le due donne hanno una reazione completamente diversa e la situazione si dimostrerà più difficile del previsto.

Finalmente il tema dell’omosessualità affrontato dal punto di vista degli affetti, una scrittura frizzante che alterna momenti più drammatici a momenti leggeri, in cui verrà evidenziato la normalità di questa famiglia molto allargata, nonostante l’apparente diversità.

Le due attrici protagoniste riescono a creare la giusta atmosfera per far muovere gli altri personaggi, tra i quali emerge Marc Buffalo per l’interpretazione e la delicatezza con cui si muove in un ruolo che potrebbe valergli l’Oscar come miglior attore non protagonista.

Il film, infatti, oltre ad aver vinto già due Golden Globe (comedy dell’anno e miglior attrice comedy), ha ricevuto anche la nomination come Miglior Film per gli Oscar di quest’anno.