Cari amici, se vi siete persi le nostre recensioni della settimana per i film in uscita in questo week end dal 06 all’ 08 gennaio 2012 allora ecco qui un breve riassunto di ciò che vi spetta:

  • Alvin Superstar 3 – si salvi chi può:

    I Chipmunk, il gruppo degli scoiattoli canterini formato da Alvin, Simon e Theodore, questa volta è in viaggio su una lussuosa nave da crociera per andare agli International Music Awards, dove vengono attesi per esser premiati e ad accompagnarli ci sono il loro amico-manager Dave Seville e il gruppo delle scoiattoline Chipette con Brittany, Jeanette ed Eleanor.Per Dave stare dietro ai sei piccoli scoiattoli non sarà una passeggiata, tanto che ad un certo punto si troverà a doverli cercare su un’isola apparentemente deserta dove sono naufragati a causa dei soliti casini in cui si caccia Alvin.

  • Finalmente maggiorenni:

    Jay, Will, Simon e Neil sono quattro ragazzi inglesi sfigati, senza soldi e poco affascinanti. Appena compiuta la maggiore età decidono di partire per una vacanza all’estero da soli per cercare di riscattarsi e per fare quallo che hanno sempre sognato… tanto sesso. Peccato che l’impresa risulti più difficile di quanto sperato e passeranno così la notte alla ricerca di ragazze disponibili.

  • Immaturi – Il viaggio:

    Dopo gli esami di maturità i sette amici decidono di regalarsi la vacanza estiva che non fecero anni prima quando ancora frequentavano tutti il liceo. Seguiti da compagni e amici e parenti vivranno un’avventura in Grecia che li porterà a scoprire l’Immaturità che c’è ancora in loro…

  • Italy: Love It or Leave It:

    Gustav e Luca sono due ragazzi italiani molto diversi tra loro che dopo aver visto partire la maggior parte dei loro amici per delle città straniere come Berlino, Londra o Barcellona si stanno domandando se sia ancora il caso di rimanere in Italia. Gustav è il più convinto di voler seguire l’esempio dei loro amici, ma Luca, che spera ci sia ancora qualcosa di buono in questo Paese, lo convince a seguirlo in un tour per l’Italia: 6 mesi per capire se ci si può innamorare di nuovo o meno delle proprie origini. Ed è così che inizia la loro avventura in lungo e in largo per lo stivale a bordo di una vecchia Fiat 500. Qui sentiranno storie ed aneddoti che raccontati da vari personaggi faranno chiarezza su ciò che rimane del nostro bel Paese, scoprendo che viviamo in un mondo contraddittorio, ma in via di miglioramento.

  • Tutti giù per aria:

    Tutti giù per aria nasce da un’idea di Alessandro Tartaglia Polcini, assistente di volo cassaintegrato Alitalia e giornalista,  che dopo mesi di riprese, hanno deciso di realizzare un documentario.

    L’obiettivo è stato puntato sui mesi caldi di contestazione di un’intera categoria, quella dei lavoratori dell’ex Alitalia, che si è trovata coinvolta in una centrifuga politico-economica senza precedenti in Italia.

    Con il passaggio a CAI ben quattordicimila persone hanno perso il lavoro ed il nuovo contratto, entrato in vigore con il benestare dei sindacati confederali e di categoria, sembra non osservare i diritti fondamentali che dovrebbero tutelare i lavoratori assunti.

    Una feroce campagna mediatica ha dipinto per mesi la categoria dei dipendenti della compagnia di bandiera con tinte fosche…
    Ma sarà davvero così?

    Ecco Tutti giù per aria a raccontare quello che l’opinione pubblica non conosce…

  • J. Edgar:

    J. Edgar Hoover è stato l’uomo più importante degli Stati Uniti d’America grazie al suo lavoro durato oltre 50 anni come capo dell’FBI. Per lui la protezione del suo Paese era tutto e a fermarlo non ci è riuscito mai nessuno, se non la morte sopraggiunta nel 1972. Hoover rimase in carica al fianco di ben 8 Presidenti e in 3 guerre, minacciando – a volte – lui stesso di fare guerra ed infrangendo le norme pur di proteggere i suoi cittadini. Oltre che per le sue gesta era noto a tutti per i suoi modi burberi e violenti e per la sua voglia di essere invidiato. Per Hoover i segreti erano tutto e quando riusciva ad ottenere informazioni a suo favore non esitava ad usarle per ottenere consensi da parte dei leader della Nazione. Grazie al suo motto “la conoscenza è potere e la paura crea le opportunità” riusci ad ottenere potere, ricchezza e una grande importanza tanto da renderlo intoccabile.

A questo punto non mi resta che augurarvi una buona visione e fare tanti auguri alle “befane” che ci leggono. Ci risentiamo lunedì con la classifica del BoxOffice a tante altre news sul mondo del cinema!