Gli ultimi giorni dell’anno portano sempre a fare dei bilanci su ciò che è stata la stagione cinematografica che sta per concludersi. Nonostante la crisi mondiale che ha colpito i Paesi più industrializzati – in particolare quelli dell’Occidente -, la fabbrica dei sogni continua ad andare avanti e il 2014 è stato particolarmente prolifico di pellicole che in qualche modo sono riuscite a ritagliarsi ottimi spazi e un posto nel cuore degli spettatori.

Fra le tante classifiche proposte dai vari magazine di settore, una delle più interessanti è quella lanciata da Variety e compilata dal critico cinematografico Scott Foundas. Secondo il suo pensiero, l’anno 2014 è stato piuttosto favorevole alla realizzazione di film incentrati sulle figure di geni tormentatiAlan Turing, Stephen Hawking, J.M.W. Turner, Brian Wilson – mentre per quel che riguarda il dietro le quinte, i dodici mesi che stanno per salutarci sono stati piuttosto litigiosi per registi (come Bong Joon-ho, James Gray e Paul Schrader) che hanno dovuto vedersela con produttori ostinati a voler metter mano ai montaggi finali delle pellicole.

Ecco dunque la top 10 dei migliori film del 2014 secondo Variety:

1. Addio al linguaggio - Adieu au Langage (di Jean-Luc Godard)

addio al linguaggio

2. Citizenfour (di Laura Poitras)

Citizenfour

3. Il regno d’inverno (di Nuri Bilge)

regno d'inverno

4. Vizio di forma (di Paul Thomas Anderson)

vizio di forma

5. Foxcatcher (di Bennett Miller)

Foxcatcher

6. The Immigrant – C’era una volta a New York (di James Gray)

The Immigrant

7. Gone Girl – L’amore bugiardo (di David Fincher)

gone girl

8. Interstellar (di Christopher Nolan)

interstellar

9. Selma – La strada per la libertà (di Ava DuVernay)

selma

10. American Sniper (di Clint Eastwood)

american sniper