“Maschio, 38 anni, scrittore, cerca donna intelligente, scopo amicizia e possibile svago sessuale. Sono completamente paralizzato. Escluderei lunghe passeggiate sulla spiaggia“. Il preambolo promette bene: il nuovo film con Helen HuntThe Sessions di Ben Lewin, nelle nostre sale dal 13 febbraio 2013, ha tutte le carte in regola per essere definito una commedia divertente.

La bella attrice lo conferma e dichiara, con questa pellicola, di aver accettato anche una nuova sfida: quella di apparire con un nudo integrale per la prima volta nella sua carriera, all’età di 50 anni: “Mi sono detta che è troppo tardi per preoccuparsi – ha spiegato al settimanale “Il Venerdì” -, a questo punto della vita si deve essere coraggiosi. Al primo incontro con il regista ho capito che le scene di sesso non sarebbero state né erotiche né glamour, ma reali e necessarie per raccontare la storia. Per questo ho accettato, anche se le inquadrature sono impietose e dovevo spogliarmi alla luce del sole“.

Tratto dall’autobiografia acutamente ottimistica del giornalista e poeta californiano Mark O’Brien, The Sessions racconta la storia di un uomo (interpretato da John Hawkes) rinchiuso in un polmone d’acciaio determinato, a 38 anni, a perdere la propria verginità. E qui entra il gioco la sua nuova terapista,  Cheryl Choen Greene,(interpretata per l’appunto da Helen Hunt), il cui lavoro è aiutare le persone nella sfera della sessualità con un approccio fisico alquanto diretto. La cosa più difficile per le professioniste come lei, prima ancora che spogliarsi e avere rapporti con i propri pazienti, è quello di far capire al mondo di non essere una prostituta. Non roba da poco insomma…