Non c’erano effetti speciali nei film di Alfred Hitchcock. Nessun filtro montato a posteriori. Così, talvolta, le attrici rischiavano di rimanere ferite. È successo a Tippi Hedren che, durante un’ospitata alla trasmissione E state con noi in tv, ha svelato clamorosi retroscena:“Durante alcune riprese dei miei film con Hitchcock ho subito ogni genere di violenza, ero in costante pericolo. Mi hanno mentito sulla sicurezza dei set, in una scena mi sono ritrovata con il volto ricoperto da schegge di vetro e in un’altra ero circondata da uccelli veri”.

Così, Tippi Hidren, ha “accusato” il regista che la considerava alla stregua di una musa, durante il programma condotto da Paolo Limiti su Rai Uno. La bionda attrice è impegnata in un tour promozionale del film sui suoi rapporti lavorativi con il maestro Hitchcock. Rapporti che, stando a quanto confessato dalla Hidren, erano molto difficili. Le violenze da lei subite erano di ogni sorta.

Già in passato alcune dichiarazioni riguardanti le molestie sessuali subite dal regista avevano creato scalpore in tutto il mondo. In trasmissione la Hidren ha aggiunto particolari scioccanti. Alfred era diventato ossessivo nei suoi confronti, insopportabile, costantemente impegnato a controllare la vita di lei, che per difendersi aveva compreso di non poter più restare mai in solitudine con lui. Un caso isolato? No, dice la Hidren, Hitchcock usava lo stesso trattamento anche a molte altre attrici.