È stato pubblicato nelle ultime ore il teaser trailer di The Hateful Eight, l’attesissimo ultimo film (in ordine cronologico) del regista Quentin Tarantino.

Come i fan più attenti ricorderanno, la produzione della pellicola era stata messa a dura prova dopo che la sceneggiatura era stata trafugata e pubblicata sul web provocando un piccolo momento di depressione nel cineasta che aveva pensato di abbandonare il progetto. Era quindi stata organizzata una lettura teatrale, grazie alla quale l’autore di Kill Bill ha ritrovato l’entusiasmo e ha scelto alcuni attori del film di The Hateful Eight, che probabilmente vanterà qualche modifica rispetto al testo consultato da migliaia di persone su Internet.

Stellare come al solito il cast scelto da Tarantino, che segue l’abitudine del regista di affiancare attori notissimi a solidi caratteristi meno noti al grande pubblico: Kurt Russell, Samuel L. Jackson, Jennifer Jason Leigh, Walton Goggins, Tim Roth, Michael Madsen, Demian Bichir, Bruce Dern e Channing Tatum.

I fratelli Weinstein, produttori del film, hanno deciso che The Hateful Eight godrà di una distribuzione speciale prevista per il giorno di Natale di quest’anno, con una proiezione limitata in 70mm (come desiderato e scritto da Tarantino persino nell’incipit dello script originale) di circa due settimane, per poi passare a una più modesta versione digitale dall’8 gennaio 2016.

A scrivere la colonna sonora del film ci ha pensato Ennio Morricone, che deve aver fatto pace con Tarantino dopo alcune polemiche con il regista americano, per il quale aveva già composto una canzone per il precedente Django Unchained. Si tratta del primo western musicato dal Maestro in circa 40 anni.

Questa la trama del film: qualche anno dopo la Guerra Civile una carrozza attraversa il paesaggio invernale del Wyoming. A bordo ci sono il cacciatore di taglie John Ruth e la fuggitiva Daisy Domergue, che si dirigono a Red Rock, dove la donna verrà giustiziata. Sulla strada I due incontrano prima il Maggiore Marquis Warren, un soldato di colore dell’Unione diventato anch’egli cacciatore di taglie, e poi Chris Mannix, un sudista rinnegato che afferma di essere il nuovo sceriffo della città.

Per sfuggire alla tempesta il gruppo si rifugia nell’emporio di Minnie Haberdashery: tuttavia qui non trovano la proprietaria ma quattro sconosciuti. Bob, che dice di essere il figlio di Minnie, Oswaldo Mobray, il boia di Red Rock, il mandriano Joe Gage e il Generale Confederato Sanford Smithers. Mentre la tempesta infuria all’esterno, nel locale la tensione monterà fino a diventare insostenibile, tra vecchi segreti sepolti, progetti di vendetta, dialoghi brillanti e un inevitabile bagno di sangue.