Con I doni della morte i più ingenui tra i fan del maghetto di Hogwarts pensarono che davvero tutte fosse finito, come aveva preannunciato la scrittrice J. K. Rowling; le ultime notizie, e in particolar modo la prossima premiere dello spettacolo teatrale di Harry Potter e la maledizione dell’erede hanno però dato ragione ai cinici secondo i quali un franchise con un tale successo sarebbe stato sfruttato a lungo.

La notizia di oggi è che il libro che raccoglie il testo della pièce arriverà nelle librerie italiane a settembre, nello specifico il giorno 24 e su alcune piattaforme online è già possibile prenotarlo per poterlo leggere non appena disponibile.

Un giorno prima del compleanno della romanziera, ovvero il 30 luglio, presso il Palace Theatre di Londra avverrà la prima dello spettacolo che vede Harry Potter nell’inedito ruolo di marito e padre, essendo la storia ambientata diciannove anni dopo gli eventi dell’ultimo film.

Il maghetto è diventato un cacciatore di maghi oscuri per il ministero della Magia, mentre il figlio Albus Severus, così chiamato in onore di Albus Dumbledore e Severus Snape, sta per entrare a Hogwarts. La cicatrice di Harry, rimasta inattiva per tutto questo tempo, sembra però riprendere a formicolare, come se vi fosse una nuova minaccia in agguato.

Lo spettacolo ha fatto discutere anche per la decisione di rappresentare Hermione Granger come una donna di colore, quando nei film era stata interpretata da Emma Watson.

Il libro nel frattempo è già diventato il nuovo bestseller negli USA, sia nella sua versione cartacea che e-book, mentre lo spettacolo ha già venduto biglietti in quantità tale da fare sold out fino a maggio dell’anno prossimo. E all’orizzonte c’è anche la possibilità che ciò che era nato come una performance ritorni al cinema, per quanto la notizia non sia ancora ufficiale dalla Warner Bros che detiene i diritti di sfruttamento.