Per fortuna è rimasto illeso, ma questa volta Harrison Ford ha rischiato seriamente di dare vita a un incidente aereo di una certa gravità.

L’attore 74enne stava volando con il proprio aereo privato quando qualcosa è andato storto durante la fase di atterraggio. L’interprete di Indiana Jones avrebbe dovuto atterrare presso l’aeroporto John Wayne, in California, quando non rispettando le istruzioni della torre di controllo ha rischiato di collidere con un aereo della American Airlines che stava sopraggiungendo.

L’errore sarebbe unicamente dell’interprete, che avrebbe sbagliato pista di atterraggio, sorvolando da vicino l’aereo passeggeri: “Era previsto che quel jet fosse sotto di me”, ha chiesto l’attore ai controllori di volo, non senza una certa ironia (o forse arroganza).

L’aereo passeggeri per fortuna è ripartito pochi minuti dopo per Dallas. Già nel 2015 Harrison Ford si era reso protagonista di un serio incidente, durante il quale era franato su un campo da golf a seguito di un atterraggio di fortuna, a bordo del suo monomotore che risale alla Seconda Guerra Mondiale. L’attore aveva riportato ferite piuttosto gravi.

Non si era trattato del primo caso del genere, però, perché anche nel 1999 le capacità di pilota di Ford erano state messe in dubbio da un atterraggio di emergenza, nuovamente in California.

Uno smacco non di poco conto per un attore che è famoso anche per il suo ruolo di Han Solo, il pilota del leggendario Millenium Falcon della saga di Star Wars.