Periodicamente, si sa, il web ci propone video più o meno divertenti che il più delle volte poi diventano dei  veri e propri tormentoni. Si tratta dei cosiddetti video virali che letteralmente invadono e contagiano tutta la rete.

Dopo il Gam Gam Style, ora è il momento dell’Harlem Shake. Che cos’è? è la nuova danza tribale che vede nella prima parte un solo individuo ballare tra l’indifferenza dei presenti per quindici secondi, poi quando il ritmo sale, i restanti si aggregano unendosi nel ballo.

E fin qui sembrerebbe tutto un “già visto”; ma la cosa straordinaria e assolutamente “amazing” di questo fenomeno è che tutti ballano in maniera assurda, usando oggetti o indumenti insoliti e abiti improbabili. Le versioni caricate sul web sono di qualsiasi tipo: da quella “subacquea”, ripresa in una piscina, alla versione di classe, sino a quella militare.

Dietro al fenomeno non c’è una strategia di marketing. A differenza di Psy, il coreano da un miliardo di clic la cui cavalcata è stata copiata da tutti, Baauer, 23enne deejay e produttore americano, una clip ufficiale manco l’ha girata. Tutto è nato per caso e Baauer, l’autore di “Harlem Shake”, è colui che ha dato vita al tormentone del momento e che ha ispirato i 250 mila video che hanno innondato YouTube con la stessa colonna sonora.

Il primo filmato originale, che ha lanciato questa moda, è stato girato da Filthy Frank (letteralmente Franco “il suicidio”), un giovane giapponese amante della danza. Dopo pochi giorni, le imitazioni si sono moltiplicatein Italia e non solo.

Anche i Vip di casa nostra si sono lasciati contagiare tra cui le conigliette di Playboy, i calciatori della Juventus, la cantante Ada Reina (prima artista italiana a cimentarsi) e pure i Simpson.

Ecco i migliori video: