Quando si è molto attenti alla salute e al benessere del proprio corpo, nessuna parte di esso dovrebbe essere esclusa dai vari trattamenti che si possono effettuare per migliorare la qualità dello stato psicofisico. Gwyneth Paltrow, ad esempio, tiene così tanto al suo benessere, e a quello delle lettrici di GOOP (il suo magazine online), da consigliare di effettuare, di tanto in tanto, delle docce di vapore all’interno della vagina, in modo da purificare il proprio utero (qui trovate l’articolo originale).

Il trattamento miracoloso si chiamerebbe Mugworth V-Steam: ci si siede su una specie di trono e poi, grazie a vapori che scaturiscono da un particolare infuso, ci si lascia purificare a dovere. Un trattamento che non va eseguito a casa propria ma in centri specializzati, come quello di Los Angeles che lei pubblicizza. Grazie al Mugworth V-Steam, scrive Gwyneth Paltrow, si avrà un rilascio energetico in grado di bilanciare il livello ormonale, con grandi benefici.

Il post della Paltrow sulle docce di vapore all’interno della vagina, così come altri suo post su GOOP, hanno sollevato un bel po’ di polemiche negli Stati Uniti. La ginecologa Jen Gunter l’ha attaccata sulle pagine del quotidiano Indipendent, dichiarando che i consigli di Gwyneth Paltrow non possono considerarsi né salutari né ipotizzabili. Nel caso specifico, il vapore non sarebbe affatto adatto per la vagina mentre l’infuso di erbe utilizzato non sarebbe una soluzione migliorativa, non essendo in grado di bilanciare gli ormoni e dunque di regolare il ciclo mestruale o ancora curare l’infertilità.

I pareri sulla questione, però, sono discordanti. David Finke, ad esempio, noto per essere il ginecologo delle grandi dive, non si sente di condannare del tutto la pratica e dichiara che essa potrebbe contribuire a migliorare la circolazione sanguigna per almeno un’ora mentre sulla questione ormonale la sua opinione resta sulla stessa linea di quella della Gunter.

Foto: InfoPhoto