Idolo della house music, è morto a 51 anni Guru Josh, artefice della celebre hit “Infinity” che ha fatto ballare tutte le discoteche europee degli anni’90.

Il dj, il cui vero nome è Paul Walden, sarebbe deceduto lunedì scorso nella sua casa a Ibiza, dove si è trasferito ormai da anni, ma le cause restano ancora poco chiare.

Classe 1964, Walden è nato nell’Isola di Jersey nel canale della Manica, e negli scorsi anni Walden ha ritrovato un enorme successo rilasciando una nuova versione della hit che lo ha reso famoso – e nota anche con il titolo di “Infinity (1990s… Time for the Guru)”: prima nel 2008, quando lo stesso dj insieme a Darren Bailie forma il Guru Josh Project e, con il remix del DJ tedesco Klaas Gerling realizza una versione più moderna della sua celebre hit intitolandola “Infinity 2008”.

Successivamente nel 2012 lo stesso brano è stato mixato nuovamente, questa volta da Dj Antoine e Mad Mark, intitolandola appunto “Infinity 2012”.

Tra gli altri successi di Guru Josh ci sono anche “Freaky Dreamer“, “Holographic Dreams” e “Whose Law (Is it anyway?)”.

Nel corso degli anni Walden è diventato così uno dei dj più richiesti nel circuito dei rave ma anche nella scena house e techno: a Ibiza infatti la sua attività principale era quella di dj resident, ovvero dj fisso nei locali dell’isola baleare tra locali e grandi feste private, occupandosi anche della gestione di una casa di produzione e di grafica digitale.