Alla non proprio verdissima età di 54 anni Sean Penn si ributta nella mischia con The Gunman, un action movie impegnato politicamente diretto da Pierre Morel, il regista che aveva rilanciato la carriera di Liam Neeson con il primo Taken.

E il paragone con il celebre attore irlandese calzerebbe a pennello, se non fosse che lo stesso Penn, consapevole della somiglianza, nelle interviste di presentazione del film, che in Italia uscirà il 7 maggio, ha sempre smentito il paragone.

Non mi sono mai sentito ‘reinventato’ e non penso che questa sia l’occasione”, ha esclamato Penn. “Sto cercando di essere il nuovo Liam Neeson? Non credo. Stiamo parlando di un tizio di un metro e 90 con una melodica voce mascolina, nel profondo un uomo onesto che mette a rischio la sua vita per quelli che ama, contro un tipo da un metro e 75 con una voce terribile, un uomo controverso che in realtà sta combattendo per se stesso. È una storia del tutto diversa”.

Il personaggio di Sean Penn, il Jim Terrier di The Gunman è infatti un ex contractor che dopo un passato di violenza in varie zone di guerra ha trovato la propria pace grazie ad Annie, una volontaria in Congo. Ma proprio qui un gesto fatto per riscattarsi di fatto determina la fine del loro rapporto.

Dopo 8 anni Jim è tornato nel Paese africano, ma questa volta come membro di un’organizzazione non governativa, allo scopo di scavare un pozzo. Il passato però ritorna a reclamare la sua attenzione, nelle sembianze di tre sicari che gli tendono un agguato. Terrier dovrà scoprire chi lo vuole morto per ciò che ha fatto in precedenza, non senza rivedere ancora l’amata Annie.

Ad affiancare Penn nel film è la nostra Jasmine Trinca, qui al suo primo ruolo hollywoodiano. L’attrice scoperta da Nanni Moretti è stata scelta da Penn grazie a Valeria Golino, che durante una vacanza con il carismatico interprete gli ha mostrato il suo debutto da regista, Miele.

La Trinca spiega bene perché il progetto è interessato così tanto a Penn, notoriamente scettico nei confronti di film gratuitamente violenti: “Per Sean The Gunman è una storia d’amore con un messaggio sullo sfruttamento delle multinazionali Africa. Un esempio della migliore tradizione americana del cinema d’impegno.”

Ma anche il resto del cast è di primissimo livello, con due comprimari d’eccezione quali Javier Bardem, che ha recitato anche nel film da regista di Penn, The Last Face, che ha come protagonista la sua compagna Charlize Theron, e Idris Elba, protagonista della serie poliziesca Luther e visto in un numero impressionante di blockbuster quali Thor, il secondo Ghost Rider, Prometheus e Pacific Rim.