C’è ancora l’intreccio della mafia e di una storia sentimentale al centro di In guerra per amore, la nuova pellicola di Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif.

Il giornalista – videomaker, che si è fatto conoscere per il suo apprezzatissimo programma Il testimone, si è poi distinto al cinema con La mafia uccide solo d’estate, uno dei successi della stagione cinematografica 2013 – 2014.

Ora Pif ritorna dietro la macchina da presa dopo il suo debutto, e l’attesa è molto alta, tanto che gli è stata affidata la preapertura della Festa del Cinema di Roma, che si svolgerà il 12 ottobre presso la Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica.

Il regista – attore (qui la nostra intervista) si è dichiarato emozionato per questo onore conferitogli senza preavviso: “Sono felice di dare avvio alla Festa del Cinema di Roma con il mio secondo film e riconoscente al direttore artistico Antonio Monda per averlo scelto”.

Ambientato nel 1943, In guerra per amore racconta di come la Seconda Guerra Mondiale si sovrapponga all’amore che Arturo nutre per la sua fidanzata Flora interpretata dalla ex miss Italia Miriam Leone (Non uccidere, La scuola più bella del mondo, 1992). I due si amano e vivono a New York, ma la ragazza è la promessa sposa di un boss della mala della città americana.

Per poterla sposare Arturo deve quindi ottenere il sì del padre della sua amata che vive in un paesino siciliano. Da giovane squattrinato qual è, però, c’è solo un modo per raggiungere l’isola: arruolarsi nell’esercito americano che sta preparando lo sbarco in Sicilia, l’evento che cambierà per sempre la storia della Sicilia, dell’Italia e della Mafia.

Nel cast di In guerra per amore, che uscirà nelle sale il 27 ottobre, oltre a Pif e alla Leone troviamo Andrea di Stefano (visto in Escobar e Cuore sacro) e Stella Egitto (Distretto di polizia, Ti stimo fratello).