A Grey’s Anatomy sono previsti nuovi ulteriori cambiamenti. Dopo l’annuncio di un nuovo medico interpretato da Martin Henderson e dopo la scomparsa dello storico Dottor Stranamore, persino la protagonista principale Ellen Pompeo potrebbe presto abbandonare la serie.

L’annuncio al momento non è ufficiale e si tratta soltanto di voci, non confermate ma nemmeno smentite dalla stessa interessata. Nel corso di un’intervista concessa alla Repubblica, Ellen Pompeo ha infatti dichiarato di non sapere ancora quale sia il destino riservato al suo personaggio in Grey’s Anatomy, la dottoressa Meredith Grey.

Dopo aver fatto i conti con la morte shock del dottor Derek Shepherd interpretato da Patrick Dempsey, preso i fan di Grey’s Anatomy potrebbero subire un altro trauma: l’abbandono della protagonista Meredith Grey. Mentre si trova ospite del TaoFest, intervistata da Repubblica Ellen Pompeo sul suo futuro dice: “A essere sincera, non lo so. Non so quello che farò in futuro, nella vita ho imparato che guardare troppo avanti non ti fa godere quel che stai vivendo. A domani ci penserò domani. Certo, è vero che qualche tempo fa ho detto che avrei mollato tutto, ma il fatto è che Grey’s Anatomy è molto impegnativa da girare, fisicamente faticosa. Ecco, forse devo averlo detto alla fine di una di quelle giornate sfiancanti. Ma sono un’attrice, e si sa che gli attori tendono a drammatizzare”.

Nel corso dell’intervista, Ellen Pompeo ha inoltre raccontato di come le cose a Hollywood stiano cambiando negli ultimi tempi per le attrici donne: “Per fortuna le cose stanno cambiando. Ci sono molte amiche-colleghe, da Cameron Diaz a Jennifer Lawrence per citarne solo un paio, che combattono una battaglia quotidiana perché le attrici siano considerate come i colleghi uomini, pagate allo stesso modo, valorizzate allo stesso modo. Qualcosa, insomma, si muove però sì, è vero, è così. La conferma l’abbiamo avuta quando furono hackerate le mail della Sony, in cui si diceva chiaramente che le attrici vanno pagate di meno rispetto agli attori. Stiamo cercando di fare una piccola grande rivoluzione”.