Una sorpresa molto gradita quella uscita dal festival del Cinema muto di Pordenone fa tornare alla luce un frammento inedito del leggendario ‘The Divine Woman’ (‘La donna divina’, 1928), l’unico film girato da Greta Garbo con il regista svedese Victor Sjostrom.

La novità che il frammento inedito riserva al pubblico è il bacio appassionato tra la Divina e il co-protagonista maschile.

Un bacio vecchio di 83 anni che ora può essere rivissuto nella 30° edizione delle Giornate del Cinema Muto di Pordenone.

Prima di questo eccezionale ritrovamento, identificato recentemente allo Svenska Filmistitutet di Stoccolma, era stato già riesumato un frammento di nove minuti, identificati nel 1992 al Gosfilmofond di Mosca.

Sicuramente questo recupero ha suscitato in molti amatori la speranza di poter un giorno ripristinare l’intero film.

Forse non si può comprendere appieno oggi, nell’era dei film in 3d, cosa poteva significare negli anni ‘30 la potenza espressiva di un’attrice che aveva sconvolto i canoni del cinema e infranto i cuori di molti spettatori.

Lei che, una volta tramontata la sua androgina bellezza, aveva deciso di negarsi agli occhi dei fan, ritirandosi a vita privata, ma che oggi, forse, può rivivere nuovamente se pure per qualche minuto.

All’interno del programma, oltre a questa perla della cinematografia muta, troviamo altri capolavori quali The Circus, diretto, interpretato e prodotto nel 1928 dal grande Charlie Chaplin.