La poliedrica Luciana Littizzetto dà ancora una prova del suo talento attoriale, oltre che comico, facendo da colonna portante al film che la vede protagonista nelle sale italiane da qualche giorno “E’ nata una star?”.

Un film che ha riscosso un buon successo al botteghino nel primo week end di programmazione, con un incasso di 1.139.169 euro, scalzando così dalla seconda posizione, al primo posto rimane “Ghost Rider”, il bellissimo “Quasi Amici”.

Sicuramente lo spettatore che sceglie di vedere “E’ nata una star?” non rimarrà deluso, anche se, all’uscita dalla sala, rimane come una sensazione di qualcosa che manca, di qualcosa di incompiuto che lascia la pellicola un po’ come sospesa.

Nulla da dire alla pregevole interpretazione di Luciana Littizzetto, nei panni di Lucia, e di Rocco Papaleo, nei panni di Fausto, i genitori di Marco (Pietro Castellitto) che riescono a reggere in piedi una pellicola che pecca parecchio nella sceneggiatura.

Misurarsi con la bravura e la verve creativa di Nick Horby non è facile neanche per un regista piuttosto esperto come Lucio Pellegrini, e, infatti, il film risente del confronto.

È solo grazie alla bravura dei protagonisti che il tema riesce ad essere affrontato senza cadere nello stereotipo, mentre la scrittura del film non riesce a raggiungere i picchi della narrazione originale. Un vero peccato, perché dal libro potevano essere presi diversi spunti narrativi che avrebbero potuto portare i film a livelli molto alti.

Resta comunque una pellicola godibile e ben recitata.