Il lavoro diminuisce, ma per l’ex gieffina ci sono ancora molte richieste fra serate in discoteca e grandi eventi.

Sono passati i grandi fasti del Grande Fratello e le cose sono cambiate anche per Sarah Nile, passato il grande clamore, tutto è rientrato nella normalità. Per fortuna per lei, nonostante la crisi che incombe, le ospitate non mancano e tutto sembra andare bene anche sul fronte sentimentale. Da qualche mese ha una storia d’amore con Manuel Faleschini, imprenditore al di fuori del mondo dello spettacolo.

Sarah Nile è sicuramente una delle ex gieffine più amate nella storia del reality, aveva fatto molto scalpore la sua storia ambigua con Veronica Ciardi. Vera o falsa che fosse, ne aveva parlato chiunque, tutto questo le aveva procurato molta notorietà. Con l’avvicinarsi del Grande Fratello 13, previsto per gennaio 2014 con alla conduzione ancora una volta Alessia Marcuzzi, si fa nuovamente vedere la playmate.

Al settimanale ‘Eva Tremila’ racconta come sta procedendo la sua vita professionale e la sua storia con l’imprenditore:

E’ una persona normale che non ha niente a che fare con il mondo dello spettacolo. Ci siamo conosciuti a settembre scorso e non ci siamo più lasciati. Stiamo insieme. Ancora non mi ha chiesto di fidanzarci ma vedrete che lo farà presto.

La coppia ama molto viaggiare, ma c’è anche il suo lavoro e Sarah Nile spiega che i tempi sono difficili, non c’è più spazio per lei in televisione, ma continua a fare serate in discoteca e come testimonial di eventi, a differenza di alcuni suoi colleghi che sono spariti. Qualcuno si butta in polita, come il simpaticissimo Patrick Ray Pugliese, senza successo, altri si danno ai film hard pur di fare qualcosa, vedi Nando Colelli.

Smessi i panni di conduttrice televisiva in un programma svizzero, ha girato solo uno spot televisivo:

Per fortuna che il lavoro per cataloghi, servizi fotografici, testimonial di eventi, va sempre alla grande. E’ incredibile che dopo qualche anno dalla mia partecipazione al GF, io sia ancora richiesta per le serate. Ok, quello io non lo considero un lavoro vero e proprio, però mi pagano, quindi va bene. Mi permette di mantenere una casa, di essere indipendente.