L’ex gieffino aveva querelato Sabrina Ferilli, a suo dire l’attrice aveva insinuato che fosse gay. Tutto finisce in tribunale.

Tutto parte qualche mese fa quando Francesco Testi e Sabrina Ferilli si erano conosciuti sul set della fiction ‘Baciamo le mani’. Il settimanale Oggi aveva pubblicato delle foto in cui l’ex gieffino e l’attrice si scambiavano un bacio appassionato. Sabrina Ferilli, compagna di Flavio Cattaneo da molti anni, si era affrettata a smentire le voci di un flirt.

Si trattava di foto di scena, spiega, e liquida la questione spinosa. Ma aggiunge anche che il produttore Alberto Tarallo punta molto su Francesco Testi, vuole farlo diventare il nuovo Gabriel Garko per questo alimenta il gossip, e sosteneva che fra loro ci fosse un rapporto profondo.

Succede però che Francesco Testi non ci stia, le parole di Sabrina Ferilli, a suo parere, erano una insinuazione della sua presunta omosessualità. Così tira fuori tutti gli sms che l’attrice gli avrebbe mandato, dai quali si evincerebbe che fra i due ci fosse molto di più di un rapporto fra colleghi. Porta tutto in tribunale e parte la querela per diffamazione.

Qualcuno ha accusato Francesco Testi di aver montato tutta questa storia solo per avere un po’ di visibilità, farsi insomma pubblicità grazie a questa vicenda, inclusa la rivalità con Gabriel Garko. Ma arriva la decisione del pm Gianluigi Dettori, chiede l’archiviazione del procedimento penale dell’ex gieffino contro l’attrice. Non c’è nessuna diffamazione, l’offesa non sussiste, dare del gay, nel 2012 non rappresenta un insulto, dunque, la querela non ha motivo di esistere.

Il pm, infine, sottolinea che Sabrina Ferilli non ha mai pronunciato la parola gay, ha solo parlato di un legame profondo. Va detto che, quanto a voglia di visibilità, Francesco Testi è sempre più presente nelle fiction, a distanza di quale anno dal Grande Fratello, si sta facendo strada come può.