Barbara D’Urso durante la puntata di Pomeriggio Cinque si è collegata con Cinecittà per occuparsi della vicenda dell’incendio alla casa del Grande Fratello di qualche sera fa. I vigili del fuoco hanno stabilito che l’incendio è stato causato da un corto circuito.

La conduttrice collegata con Serena Garitta ha ricordato quando lei conduceva il GF con il suo RAAAGAAAAZZIIII  e di come conosceva bene quei luoghi andati a fuoco.

Serena ha poi intervistato la scenografa Emanuela Trixie Zitkowsky che ha raccontato (video): “Siamo stati svegliati nel cuore della notte. Siamo accorsi lì ma non c’era più niente da fare. La Casa non c’è più. Si è salvata la regia. Da quella vorremmo ripartire. A parte l’iniziale sgomento – 14 anni di lavoro e 3 mesi per preparare la Casa, che ormai era quasi pronta – ci rimettiamo al lavoro. Ora quell’area è sotto sequestro e andrà bonificata. Abbiamo trovato altri due punti dove costruire la Casa, l’entusiasmo è ritrovato. Le novità non le posso raccontare e speriamo di utilizzarle nella nuova Casa”.

Ecco le immagini di Pomeriggio Cinque dell’incendio

Barbara poi ha voluto ricordare tutte le maestranze che lavorano per la produzione del Grande Fratello:

“Va via un pezzo di storia. Io veramente conosco a memoria ogni punto di quella Casa. L’Acquario era quello che c’era intorno, dove c’erano tutte le telecamere. Non c’è più niente. In una notte è stata bruciata la memoria di 14 anni del Gf e di una parte della storia di Cinecittà. Io sono vicina a Marco e Paolo Bassetti, Andrea Palazzo, tutti i lavoratori del Grande Fratello perché ci sono più di 300 persone che lavorano, si sono rimboccati le maniche. La cosa vergognosa è che un pezzo di Cinecittà l’hanno voluto distruggere”.