La BBC Films sta per iniziare le riprese di un film sul celeberrimo videogame Grand Theft Auto, ma non si tratterà di un’opera violenta quanto piuttosto sulla violenza.

Sì, perché il film diretto da Owen Harris porterà su grande schermo il vero ed epico scontro tra Sam Houser, creatore della saga di Grand Theft Auto e vicepresidente della Rockstar Games (la compagnia che ha creato anche Max Payne e Red Dead), e Jack Thompson, l’avvocato di Miami che durante i primi anni 2000 è diventato famoso per le sue battaglie contro il sesso, il rap e la violenza nei media americani.

A interpretare Houser sarà l’ex maghetto di Harry Potter Daniel Radcliffe, che già ha avuto modo di dimostrare le proprie capacità con film quali The Woman in Black, Horns e Giovani ribelli, mentre nei panni di Thompson troveremo Bill Paxton, recentemente visto in Lo sciacallo e Edge of Tomorrow.

Uscito nel 2003, Grand Theft Auto III è stato il primo titolo della saga a creare un mondo tridimensionale immersivo in cui i giocatori potevano essere responsabili di qualsiasi tipo di attività criminali, anche le più violente, senza (quasi) nessun tipo di conseguenza pratica. Thompson si batté strenuamente contro la glorificazione della violenza a suo dire portata avanti dal videogioco, ma nel 2008 i suoi metodi inusuali di protesta lo portarono a essere radiato dall’albo.

Il film è tratto dal libro di David Kushner, Jacked: The Outlaw Story of Grand Theft Auto, risalente al 2012. Questo è quanto si legge sul retro del volume: “Uno dei più controversi guerrieri della cultura americana, Jack Thompson aveva la sua missione: assicurarsi che Grand Theft Auto fosse bandito dagli scaffali dei negozi per aver corrotto i giovani e mettere la Rockstar in ginocchio, anche contro le proteste dei giocatori di tutto il mondo.

Il regista Owen Harris incomincerà le riprese a brevissimo, il 20 aprile. Nel suo curriculum alcuni episodi della serie Misfits, Secret Diary of a Call Girl e un episodio della miniserie cult Black Mirror.