È cominciato da poche settimane, sul nuovo canale Sky Atlantic (110), il kolossal tv “Gomorra – La Serieispirato al romanzo di Roberto Saviano. Firmata da Stefano Sollima, la fiction girata nei vicoli di Scampia e con attori provenienti dal territorio ha subito riscontrato un successo, se possibile, superiore alle già ottime aspettative della vigilia. Recensioni più che positive e la sensazione che Sollima, già autore delle due seguitissime stagioni di “Romanzo Criminale”, sia riuscito ancora una volta a superare il film realizzato per il cinema.

Povertà, delinquenza, camorra, sono gli ingredienti della dura realtà che ci racconta la serie: Scampia, il quartiere tristemente divenuto famoso a Napoli, fa da sfondo a una verità che colpisce lo spettatore come un pugno in pieno viso. La morte è quanto di più ovvio ci sia da aspettarsi da una vita dove il rispetto e l’onore si ottengono con il sangue, il profitto è l’unico scopo di un’esistenza riempita dall’adrenalina che aumenta stringendo tra le mani un’arma da fuoco, o tirando su per le narici una dose di cocaina.

Storie nude e crude che mantengono il rigore della verità raccontata da Saviano, ma in una narrazione fictionale. Aldo Grasso sul Corriere della Sera si è dimostrato entusiasta del lavoro di Sollima: “Il film è meglio del libro, la serie è meglio del libro e del film. Come se la materia subisse un lento lavoro di affinamento in una barrique mediatica”.

Ciro, l’Immortale (magistralmente interpretato da Marco D’Amore), assassino esperto, nonché protagonista della serie è vittima del luogo in cui è nato; Genny (Salvatore Esposito), unico figlio ed erede di Pietro Savastano (Fortunato Cerlino), potente boss napoletano, è tenuto ai margini perché ritenuto non ancora pronto a gestire gli affari criminali del clan. Legati dallo stesso destino, i due personaggi conoscono il Male e lo abbracciano per sopravvivere.

La prossima puntata sarà trasmessa il 20 maggio, se vi foste persi le prime, niente paura: “Gomorra” è solo una delle numerose proposte da non perdere anche attraverso l’ultimo nato in casa Sky, il servizio Sky Online. Con Sky online la tv sbarca sul web e diventa on demand. Il servizio consente, infatti, la fruizione di contenuti di intrattenimento come cinema, film e serie TV senza necessità di stipulare un abbonamento alle condizioni canoniche da tantissimi device: pc, tablet, smart Tv (Samsung) e consolle (inizialmente solo da Playstation, ma si sta lavorando anche all’introduzione del servizio anche su Xbox).

Publiredazionale