L’annunciata terza stagione di Gomorra sarà trasmessa su Sky Atlantic in autunno e le riprese si sono concluse ieri, 29 maggio, a Napoli dove in queste settimane si sono visti i protagonisti ormai famosi del cast che nelle prime due edizioni ha riscosso successo di critica e pubblico sia in Italia che all’estero dove hanno espresso commenti positivi anche sulla struttura narrativa e la qualità del prodotto seriale italiano. La nuova serie Gomorra 3 tratta da un’idea di Roberto Saviano vede nel cast l’innesto di alcuni nuovi personaggi: Arturo Muselli, nel ruolo di Enzo, capo di una nuova fazione che cercherà di prendersi il centro di Napoli e Loris De Luna che interpreta Valerio, ragazzo della Napoli bene, affascinato dalla prospettiva di entrare nella partita. Confermati i protagonisti simbolo di Gomorra come Marco D’Amore (Ciro di Marzio) e Salvatore Esposito (Genny Savastano), Cristiana Dell’Anna (Patrizia) e Cristina Donadio (Scianèl).

La nuova stagione riprende là dove ci aveva lasciato l’ultimo episodio della seconda. Pietro (Fortunato Cerlino) è appena morto, lasciando un vuoto di potere che appare incolmabile. Ciro ha avuto la sua vendetta, ma i suoi sogni e la sua famiglia sono distrutti e di questo vuoto non sembra voler approfittare, mentre Genny sembra aver vinto la sua partita, ma deve capire come gestire insieme i due mondi, Roma e Napoli Nord, quest’ultimo ereditato da suo padre. E se Scianèl ha perso un figlio, Patrizia ha perso un compagno: anche nel loro futuro si stende l’ombra dell’incertezza. A chi vorrà regnare sull’impero costruito da Pietro Savastano, non basterà convincere i nemici di ieri a diventare gli alleati di domani.

In questa terza stagione la contesa, finora limitata nei confini di Scampia e Secondigliano, si allargherà a macchia d’olio. A favorire questo spostamento sarà l’apparizione di un nuovo gruppo criminale, che crescerà cercando di prendere lo spazio che crede di meritare, obbligando gli storici boss del centro a scendere in campo per cercare di mantenere il potere.