Esce nelle sale il 4 maggio “Gli Infedeli”, la commedia scandalo diretta a più mani da alcuni degli interpreti più significativi del cinema francese.

Tra i nomi spicca quello di Jean Dujardin, premio Oscar come Miglior Attore agli ultimi Academy Awards.

L’attore, che qui vediamo all’opera come regista, sceneggiatore e interprete, ha rischiato molto con la sua partecipazione a quella che è stata definita “la commedia più scorretta dell’anno”, a causa delle locandine molto provocatorie del film che sono state ritenute offensive dall’ARPP, l’Istituto dell’Autodisciplina pubblicitaria.

“Gli Infedeli” è una commedia piccante che esplora il tema dell’infedeltà maschile attraverso sette diverse storie, narrate e presentate dal punto di vista di sette registi d’eccezione: oltre a Dujardin troviamo anche Emmanuelle BercotFred CavayéAlexandre CourtèsMichel Hazanavicius, regista di “The Artist”, Eric LartigauGilles Lellouche.

I sette uomini protagonisti delle storie che si susseguono nel film hanno in comune due cose: la passione per il tradimento e il fatto di essere stati tutti scoperti dalle legittime consorti. Un progetto che è stato coltivato per lungo tempo, in cui si voleva ritrovare e riproporre le molteplici possibilità artistiche e comunicative del film a episodi, un genere particolarmente in voga negli anni ’70.

Jean Dujadin sarà affiancato da Guillaume Canet, Mathilda May, Sandrine Kiberlain e Alexandra Lamy.