Si è spento a 67 anni Glenn Frey, chitarrista, voce e tra i fondatori degli Eagles, uno dei gruppi rock più influenti di sempre. La causa della morte dell’artista, che si trovava a New York, sarebbe un insieme di complicazioni derivanti dall’artrite reumatoide, colite ulcerosa e una polmonite.

L’annuncio ufficiale è stato dato dalla pagina ufficiale su Facebook della band, in cui è comparso un messaggio che confermava la morte dell’amico: “La famiglia Frey vuole ringraziare tutti coloro che si sono uniti a Glenn nella sua lotta e hanno sperato e pregato per il suo recupero. Le parole non possono descrivere il nostro dolore, né il nostro amore e rispetto per tutto ciò che ha dato a noi, la sua famiglia, la comunità musicale e i milioni di fan nel mondo.”

Il messaggio si conclude con le parole della canzone It’s Your World Now scritta da Glenn Frey e comparsa nell’ambum Long Road Out of Eden.

Nato nel 1948 a Detroit, fin da bambino Frey si era dedicato alla musica, preferendo poi spostarsi in California poco dopo aver raggiunto la maggiore età. Grazie al circolo di artisti che frequentava venne a conoscenza della musica country e già nel 1971, creando quello che sarebbe divenuto il nucleo base degli Eagles insieme a Don Henley,Joe Walsh, John Felder, Timothy B. Schmidt e Randy Meisner.

Dotato polistrumentista (ha suona anche il pianoforte e varie tastiere), a Frey si deve il consolidamento del tipico suono della West Coast, un rock classico e armonioso, spesso con melodie a più voci, assoli di chitarra limpidi e lirici.

Glenn Frey è stato l’autore e la voce di alcune grandissime hit internazionali quali Peaceful Easy Feeling, Take it Easy, Tequila Sunrise, un talento che avrebbe espresso anche durante la sua carriera solista, maturata dopo lo scioglimento temporaneo della band tra il 1980 e il 1994.