Dopo aver lanciato il brano “Immigrazia” (“Mentre fissi il lampadario, l’immigrato ti frega il salario”), il cantante Giuseppe Povia ha pubblicato un nuovo post e un nuovo video su Facebook specificando che la canzone “non era contro gli immigrati”: “Solo i bimbiminkia pensano questo” tuona. “Il brano è dedicato al governetto italiano democratico che favorisce un’immigrazione incontrollata che spesso diventa anarchia e che arricchisce i soliti. Governo schiavista in cerca di nuovi futuri voti e che sfrutta la gente per portare avanti il Pil strozzando piccole e medie imprese che sono costrette ad assumere manodopera e operai a prezzo stracciato. Un governo serio non si comporta così” scrive Povia.

Povia e la “terminologia dei bimbiminkia”

Nel suo nuovo disco c’è anche il brano “La terminologia dei bimbiminkia”. Questo il testo: “Se dici prima gli italiani, sei fascista! Se dici prima gli stranieri sei comunista! No, sei schiavista! Se non vuoi il crocifisso a scuola, sei razzista! Se dici qualcosa sui gay sei omofobo! Fa tutto parte della terminologia dei bimbiminkia!”.

Continua, dunque, lo show di Povia che ha ricevuto l’approvazione persino del leader della Lega Nord Matteo Salvini il quale, con un post su Facebook, ha scritto: “I buonisti si scandalizzano, per me Povia è uomo e artista coraggioso! #stopinvasione”.