Molte le indiscrezioni in questi ultimi giorni a proposito della composizione della giuria della 65° edizione del Festival di Cannes.

Dopo la presentazione del programma ufficiale dei film in concorso e degli eventi speciali, questa mattina sono stati resi noti da Thierry Fremaux, delegato generale del Festival, i componenti della giuria, che sarà presieduta dal regista italiano Nanni Moretti.

Smentita la voce della presenza di Kate Winslet, tornata alla ribalta in questi giorni con la riproposizione in 3 dimensioni di “Titanic”, il film che l’ha resa celebre, fa scalpore trovare il nome di Jean Paul Gaultier tra i membri del Jury di Cannes.

È Thierry Fremaux a spiegare le motivazioni della scelta:

La nostra tradizione è di invitare personalità cinefile, che non lavorino necessariamente nel cinema. È importante avere persone che possono esprimere un’opinione, per così dire, spontanea.

Ci saranno poi Ewan Mc Gregor, l’attrice tedesca Diane Kruger, l’attrice francese Emmanuelle Devos, la regista e attrice palestinese Hiam Abbass, la regista e sceneggiatrice britannica Andrea Arnold – già Premio della giuria con “Red Road” nel 2006 e nel 2009 con “Fish Tank” – , il regista americano Alexander Payne – premiato al Festival nel 2002 con “About Schimdt” – e il regista e produttore haitiano Raoul Peck.