Giovanni Scialpi è tornato alla ribalta. Il cantante, famoso per aver spopolato negli anni ’80 con il suo brano “Rocking Rolling“ vincendo un “Discoverde” del Festivalbar e un Telegatto, aveva fatto scalpore annunciando di essersi sottoposto poco tempo fa al primo lifting della propria esistenza postando le foto prima e dopo l’intervento. Solo dopo 24 ore ha negato tutto, confessando a Ettore Petraroli e Rosario Verde dei “Radioattivi” di aver messo in atto un esperimento comunicativo:

“E’ una leggenda metropolitana che io sia il più rifatto d’Italia, quando poi basta vedere Baglioni che sembra la Vanoni e capisci che è lui il più rifatto. Non ho mai nascosto di ricorrere alla chirurgia ma questa volta ho voluto sfidare i giornalisti e prendermi gioco di loro. Non parlano mai della mia musica ora che non ho più le multinazionali alle spalle. Resisto al sistema grazie ai social [...] Vi volevo dare una lezione. Visto che ho un amico dentista specializzato in chirurgia estetica mi sono fatto disegnare un volto nuovo con il photoshop : in quest’Italia di m … puoi dire qualsiasi cosa, visto che viviamo in un paese pressapochista”.

Una trovata pubblicitaria quella di Scialpi, diventato Shalpy per il mercato internazionale, che motiva così il suo calo di popolarità:

“Le major non mi filano perché sono poco ruffiano e troppo onesto ma siccome in italia vanno avanti i fasulli e i ruffiani… Mi ha rovinato la Rt, la casa discografica di Berlusconi”.

A pensare che anni fa, quando era ancora famoso, c’era chi lo adocchiava per sfruttare la sua notorietà:

Barbara D’Urso mi si è buttata addosso in un club romano più di una volta: ero famoso, lei non era ancora nessuno poi ha fatto una carriera rapida rapida”.

Scialpi, adesso, è pronto a fare di tutto per tornare a lavorare nel mondo dei vip, così come annuncia nel suo appello finale:

“Sto cercando di diventare più giovane per partecipare ad Amici, l’unico modo per far musica. Ho problemi di soldi: ho cambiato il mio nome per essere ancora più internazionale, da Scialpi a Shalpy. La prossima volta mi faccio l’allungamento del pene. O divento transessuale”.