Negli ultimi due anni si è presa una pausa per dedicarsi completamente alla sua creatura. Ora, per la trentasettenne attrice Giovanna Mezzogiorno è tempo di fare ritorno al cinema.L’occasione scaturisce da un film che si presenta sotto le migliori luci in quanto a trama e originalità: Vino dentro. Il film, di cui in questi giorni si stanno girando le riprese in Trentino sotto la regia di Ferdinando Vicentini Orgnani, sarà prodotto da Alba Produzioni in collaborazione con Trentino Filmcommission.

Per la Mezzogiorno si tratta di un’esperienza nuova. Il suo intento è infatti quello di non fossilizzarsi su un unico genere cinematografica. Prima della lunga pausa Giovanna aveva abituato il suo pubblico a ruoli drammatici. Ora è il momento di fare una nuova esperienza, sfruttando anche le sue doti di commediante. Doti che, ad esempio, l’hanno vista ben figurare in Basilicata Coast to Coast, al fianco di Rocco Papaleo, Max Gazzè e Alessandro Gassman.

Ma la carriera di Giovanna Mezzogiorno è ricca di episodi degni di menzione. Il primo risale al 2000. Dodici anni fa, diretta da Gabriele Muccino, l’attrice cresciuta a Roma sbanca i botteghini con L’ultimo bacio. Arrivano altre importanti chiamate, come ad esempio quella di Ferzan Ozpetek per la Finestra di fronte. Il film le è valso il David di Donatello come migliore attrice. C’è poi il tempo per il cinema indipendente, sotto la giurisdizione di Bellocchio e Wenders. Ora una nuova emozionante puntata attende Giovanna. I suoi fan sono già in trepidante attesa.