È stato presentato questa mattina in una conferenza stampa alla Casa del Cinema di Villa Borghese a Roma il programma delle Giornate degli Autori, una delle rassegne indipendenti che si svolgono in parallelo alla Mostra del Cinema Internazionale di Venezia (30 agosto – 8 settembre).

Si tratta della nona edizione di questo evento che, però, sembra essere molto diverso rispetto a quelli del passato.

A presentare il programma c’erano il Direttore delle Giornate degli Autori Giorgio Gosetti, il Presidente Roberto Barzanti, l’onorevole Silvia Costa, deputata al Parlamento Europeo e Membro della Commissione Cultura e Educazione, Stefano Cantino, Direttore Comunicazione per Miu Miu, Giovanni Maderna, uno degli autori della rassegna indipendente “Cinema Corsaro”.

Molti i titoli previsti nei giorni della manifestazione, di cui solo 10 saranno in concorso: “Heritage” di Hiam Habbas, “Queen of Montreuil” di Solveig Anspach, “Keep Smiling” di Rusudan Chkonia, “Blondie” di Jesper Ganslandt, “Epilogue” di Amir Manor, “Il gemello” di Vincenzo Marra, “Acciaio” di Stefano Mordini, “Stories We” Tell di Sarah Polley, “The Weight” di Jeon Kyu-hwan e “Kinshasa Kids” di Marc-Henri Wajnberg.

È prevista anche la sezione Eventi Speciali che vedrà proiettati: “Bob Wilson’s Life and Death of Marina Abramovic” di Giada Colagrande, “Terramatta – Il Novecento italiano” di Vincenzo Rabito, “Non mi avete convinto” di Filippo Vendemmiati, “6 sull’autobus” (sei corti degli allievi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico) e “L’uomo che amava il cinema” di Marco Segato.