Un nuovo reality promette di assumere un linguaggio alleggerito dalla consueta retorica della formula televisiva ormai più seguita, grazie al commento di una voce off, la giustapposizione musicale che offre un onesto contributo alla narrazione, ed al montaggio delle immagini, meno forzato rispetto a quello che regge il GF o “L’isola dei famosi”.

Ginnaste – Vite parallere, che sarà mandato in onda su Mtv alle nove di sera tutti i venerdì, aprirà la porta per spiare un modo di vivere lo sport spesso oscuro alla maggior parte degli utenti televisivi, e più precisamente l’ agonismo, in previsione degli imminenti giochi olimpici che si terranno a Londra nel 2012, e che vedranno gareggiare le giovani atlete per le quali una frase come “non ce la faccio” non ha ragione di esistere, nonostante attraversino la delicata fase dell’adolescenza.

In ogni caso il voyerismo, sempre valido come regola del reality, svelerà la vita spesso molto dura di queste ragazze giovanissime, già spinte da un’ambizione personale e talvolta comune a tutta la famiglia di provenienza, ad una vita pienamente autonoma, dovendo obbligatoramente provvedere alla propria organizzazione di vita presente ma anche a quella futura, che a sua volta presuppone la preoccupazione legata all’affermazione di carriera e quindi una buona dose di competizione nei confronti delle compagne ed amiche.