Gianni Morandi torna oggi con “Bisogna vivere” (Sony Music) album con 10 nuove canzoni che  – nella versione deluxe – avrà allegato anche un Dvd che racconta la nascita del progetto.

Così  Morandi, sette anni dopo il suo ultimo album di inediti, ha voluto ancora una volta rimettersi in gioco. “Pur avendo già interpretato 600 canzoniafferma Morandi – ho affrontato questo progetto con passione e entusiasmo, come ricominciando da capo”.

Partendo, innanzitutto, da una ricerca approfondita di autori diversi tra loro, alcuni già affermati, come Gianluca Grignani, Saverio Grandi, Pacifico, altri meno conosciuti, come Emiliano Cecere, Enrico Lisei, Gian Piero Alloisio, Alessandra Flora ma anche, ad esempio, l’esordiente Gianluca Taddia. Una scelta, quindi, di brani di generi musicali e contenuti diversi che ha portato Morandi persino ad interpretare, per la prima volta in assoluto, un brano nella lingua della sua terra.

Tra i 10 brani compresi nell’album, infatti, Bellemilia, ha molte parti scritte in dialetto emiliano. Composto dall’emergente Taddia, il brano è stato scelto da Gianni Morandi su Facebook – “tra oltre 350 ricevute dopo un mio invito … Con il computer e una base chiunque può comporre, ma scrivere belle canzoni è sempre molto difficile. Questa è bellissima. – ed è ispirato dal terremoto che sconvolse questa regione. Nel brano, Morandi canta insieme al “Coro Giovani” della parrocchia di Poggio Renatico (FE) che da un sapore ancora più vero e più reale alla canzone.

Molti i pezzi di questa produzione in cui prevale una sorta di riflessione sull’uomo e sulle sue fragilità o di contro sulle sue possibilità. A cominciare dal brano che da il titolo all’album, Bisogna vivere scritto da Pacifico che, questa volta, affida a Morandi, un brano decisamente diverso – nelle parole, nella melodia e nella ritmica quasi ossessiva – da quello composto precedentemente per lui, “Stringimi le mani”, accettando dallo stesso Morandi una aggiunta al testo – “io voglio vivere” – simile al titolo ma non uguale, che rafforza la posizione dell’uomo nel gioco con i diversi elementi e le difficoltà che la vita ci mette davanti.

Una riflessione sulle nostre possibilità che viene percorsa anche in Ogni vita è grande di Alloisio, autore e allievo di Gaber, che in una sorta di inno contro la frustrazione – come lo definisce lo stesso Alloisio – sottolinea quanto ogni vita sia grande anche quando non ce ne rendiamo conto e anche quando se ne va.

La Piramide, di Morandi, Calvetti e Luca Angelosanti, è un confronto tra il tanto e il poco che l’esistenza riserva a tutti noi, che a volte ci sentiamo invincibili, ma non lo siamo.

Un altro titolo, invece, Il nascondiglio delle parole d’amore , di Grandi, racconta una storia d’amore, illuminata nei primi attimi della conoscenza e della passione che, poi, con il passare del tempo, si consuma fino a dissolversi.

Ma anche quando il tema trattato è più vicino al repertorio di Morandi – la grande storia d’amore – testi e musiche lasciano intravvedere diversi piani di lettura, come nel singolo che ha anticipato l’album, Solo insieme saremo felici di Grandi e Cecere(si può dire che sia già un successo) che in controtendenza con i tempi che stiamo vivendo, esprime vitalità, energia, ottimismo e voglia di stare insieme.

E’ preziosa Sono un “TI AMO” scritta da Alessandra Flora con la collaborazione di Morandi e Calvetti che passa attraverso la profonda conoscenza di piccoli gesti e particolari del proprio vivere, con attenzione, l’uno accanto all’altra.

Merita un’attenzione particolare il brano Prima che tutto finisca che Grignani  ha scritto appositamente e su esplicita richiesta di Morandi, partecipando alla registrazione, cantando insieme con Gianni la parte finale della canzone.

A me capita  di Lisei: un passato di cantautore alle spalle, un presente che lo vede impegnato come psicoterapeuta, la voglia di cantare che torna, la scrittura che riparte e una editrice, Claudia Mescoli, che lo ascolta e pensa subito che il brano sarebbe adatto a Morandi.

Infine, l’ironica e ritmica Ti porto al mare scritta da Morandi e Calvetti con le parole di Grandi  che fa sorridere e ballare, per ricordare che un po’ di allegria e di spensieratezza può aiutare a vivere meglio.

L’album, prodotto e arrangiato da Diego Calvetti, è stato registrato allo studio PLATINUM di San Giminiano.

Il DVD – che sarà allegato al CD nella versione deluxe - si sviluppa come un diario di lavorazione e mostra come è nato e come si è realizzato ogni brano del disco, insieme con autori, collaboratori, produttore, musicisti. Le riprese sono state effettuate da Giulia Sacchetti e montate con la collaborazione di Gianni Morandi.

Dall’8 ottobre, grazie alla collaborazione tra Sony Music e Mondadori, il CD sarà in vendita anche in allegato a “Tv Sorrisi e Canzoni” e a “Donna Moderna”.

Il 7 e 8 ottobre, in prima serata, su Canale 5 andrà in onda in diretta dall’Arena di Verona, “Gianni Morandi Live in Arena”. Gli eventi saranno trasmessi in contemporanea anche da RTL 102,5. Tra gli ospiti dati per certi: Cher, Ennio Morricone e Rita Pavone.

Due serate evento di grande musica live già sold out da mesi. 110 artisti sul palco, ospiti eccezionali, oltre 300 tecnici impegnati. Gianni Morandi con la sua band e un’orchestra diretta dal maestro Leonardo De Amicis composta dai migliori giovani musicisti d’Italia. Uno spettacolo unico con la direzione artistica di Gianmarco Mazzi e la regia televisiva di Roberto Cenci.