Il reboot di “Ghostbusters” potrebbe ispirarsi a “The Walking Dead”, la serie TV di culto in tutto il mondo. È quanto conferma lo stesso regista Paul Feig in occasione del “The Talking Dead”, un incontro dell’emittente AMC incentrata sul serial. Stando a quanto dichiarato, il reboot degli acchiappafantasmi si ispirerà molto agli zombie più seguiti del piccolo schermo.

«Direi che questo show mi ha ispirato molto», ha spiegato Feig. Quel che amo è come giochino con il pericolo e la paura, ma anche l’idea sia sempre una sfida [...] Un elemento che voglio portare in questo reboot di “Ghostbusters” è l’idea di passare attraverso diversi ostacoli che sono sovrannaturali. Mi nutro davvero da “The Walking Dead”».

Il regista ha già promesso in passato di voler realizzare una serie degli acchiappafantasmi più spaventosa e dark rispetto alla precedente, dove l’elemento commedia rimaneva predominante, ma ovviamente quello agli zombie televisivi non sarà un semplice omaggio né una mera copiatura. Feig vuole carpire la modalità narrativa del telefilm, il senso di incertezza perenne dei protagonisti, la capacità di non dare per scontata l’evoluzione della narrazione.

Ma come coniugare l’elemento paura, come quella esplicita e a tinte forte di “The Walking Dead”, a un franchise le cui radici comiche non possono essere facilmente estirpate? E, inoltre, può esistere un “Ghostbusters” senza commedia, anche nella sua versione femminile? Il regista non ha dubbi, la risposta è affermativa. «Io e la sceneggiatrice Katie Dippold siamo ossessionati nel rendere la commedia davvero spaventosa», continua Feig, «Credo che le persone in pericolo rappresentino una delle migliori forme di commedia. [...] Quello che io e Katie vogliamo dal film è che sia incredibilmente spassoso, ma anche che spaventi allo stesso tempo». Riuscirà la pellicola in questo scopo? Non resta che attendere luglio 2016 per scoprire le peripezie che dovranno affrontare le protagoniste Kristen Wiig, Leslie Jones, Kate McKinnon e Melissa McCarthy in uno dei più attesi dei reboot.

Fonte: Slashfilm