Manca poco più di un anno prima che Ghostbusters faccia il suo ritorno sul grande schermo con il terzo capitolo, diretto da Paul Feig (“Spy”, “Le amiche della sposa”) e, come già annunciato, sono stati confermati i cammeo di Bill Murray e Dan Aykroyd.

Dopo un primo momento di titubanza, dove sembrava non volesse far parte del nuovo progetto, Murray ha accettato di tornare, anche solo per una breve inquadratura. Cosa può avergli fatto cambiare idea? In un’intervista per Volture, infatti, lo stesso non ha nascosto un suo iniziale scetticismo riguardo la nuova, riponendo comunque molta fiducia sul nuovo capitolo, dove vestirà i panni di un personaggio ancora misterioso.

Sono stati davvero carini a chiedermelo, e ho passato dei bei momenti con loro. Sono un gruppo così divertente e avranno un grande successo con questo progetto. Non volevo mettere nessuno in ombra e ho un buon presentimento a riguardo.

A giocare un ruolo favorevole è stato anche il cast al femminile che vede tra le altre anche Melissa McCarthy e Kristen Wiig: “Quelle ragazze mi piacciono molto, veramente. È dura dire loro di no, e Paul è davvero un bravo ragazzo.” Una decisione che si è fatta attendere: “Ci ho pensato per molto tempo, per molti, molti mesi. […] Ho pensato a questo per anni, continuava a divorarmi e rispetto veramente quelle ragazze. E poi ho iniziato a pensare che se non avessi fatto questo film probabilmente qualcuno avrebbe scritto una recensione negativa o qualcosa del cenere, pensando che si trattasse di un mio modo per dire che non approvavo il progetto.

Come già annunciato dallo stesso regista Paul Feig, il terzo capitolo di Ghostbuster non sarà un sequel e quindi non sarà legato alle due pellicole precedenti: al contrario, sarà come un ritorno alle origini, dove il mondo scopre l’esistenza dei fantasmi e una nuova squadra tutta al femminile sarà pronta per catturarli. Al contrario delle due pellicole precedenti Ghostbusters 3 vedrà un segretario uomo che, per la gioia di molte donne, sarà interpretato da Chris Hemsworth.