Politica e reality sempre più vicini, questo è quello che abbiamo pensato tante, troppe volte, è più recentemente quando abbiamo appreso la notizia che l’ex fiamma di Nicolle Minetti (più nota alle cronache scandalistiche per esser stata coinvolta dell’affaire di via Olgettina che per essere consigliere alla regione Lombardia) fosse alla mercè dei telespettatori del GF.

Insomma, un trascurabile Pr delle discoteche trendy di Rimini e Riccione, era stato selezionato ai provini per entrare nella casa del Grande Fratello, e possibilmente per svelarci ulteriori, prevedibili, retroscena sulla Minetti.

Pensavamo, ingenuamente, che la trovata fosse finita qui, ma purtroppo per la seconda messa in onda del Gf è stata invitata anche Alessandra Mussolini la quale, presentandosi sia come onorevole che come nipote di Sofia Loren, ha voluto fare un piccolo show.

Più precisamente ha mirato al comportamento eccessivamente discinto di una concorrente, tale Claudia, oltretutto coniugata e con prole, come ha avuto a rimproverarle l’ on Mussolini.

La quale Alessandra Mussolini poi, durante un faccia faccia che la conduttrice Alessia Marcuzzi e la regia alle sue spalle non hanno proprio voluto risparmiarci – avvenuto grazie all’effetto sorpresa di una parete girevole della casa/studio – ha continuato a biasimare apostrofandola che era tempo di finirla con l’ostentazione del corpo e chiedendole se non provasse almeno un po’ di pudore nell’ indossare una ridottissima lingerie.