Inizia una nuova avventura per George R.R. Martin: oltre il successo mondiale con Trono di Spade, il creatore della serie tra le più amate degli ultimi anni si prepara per approdare sul piccolo schermo con un nuovo lavoro, The Skin Trade.

Conosciuto in Italia come “Commercio di pelle”, la nuova serie sarà adattata proprio al suo racconto pubblicato nel 1989 e ad annunciarlo è stato proprio lo stesso scrittore sul proprio blog: Skin Trade arriverà in televisione con la rete via cavo Cinemax. Descritto come un “noir mannaro”, la serie racconta la storia di Willie Flambeaux, un addetto al recupero crediti che sembra essere un lupo mannaro, e dal suo amico e investigatore privato Randi Wade: insieme i due scoprono un segreto celato dietro una serie di misteriosi omicidi nella città industriale in cui vivono.

Sono felice di poter annunciare che Cinemax (compagnia gemella di HBO) ha opzionato i diritti televisivi di Commercio di pelle, racconto noir sui lupi mannari che ho scritto alla fine degli anni ’80.” Ha detto lo scrittore sul suo blog “L’accordo è concluso e Cinemax ha messo in cantiere la sceneggiatura del pilot. Questa è Hollywood, nessuno sa come finiranno le cose… ma se gli piacerà la mia sceneggiatura, gireremo il pilot e se gli piacerà, chi lo sa, forse avremo una nuova serie tv. Che sarebbe davvero fantastico.

Ho sempre creduto che ci fosse una serie tv (o forse un film futuro) in Willie Flambeaux e Randi Wade” continua Martin, “Chi di voi conosce la storia di Doorways, il mio sfortunato pilot dei primi Anni ’90 per ABC, forse ricorderà che si trattava in realtà di Skin Trade che cercavo di vendere nel 1991, quindi siamo in ritardo di quasi un decennio”. Il nuovo progetto, oltre a Martin che vestirà anche i panni di produttore esecutivo, sarà sviluppato anche con la sceneggiatrice Kalinda Vazquez (“C’era una volta”).

Proprio su di lei lo scrittore ha aggiunto: “Di recente la novella è stata acquistata da Mike the Pike Production, che ha giocato una parte fondamentale nel portare il progetto a Cinemax. Per l’adattamento, scrivere il pilot e produrre lo show, abbiamo sfruttato un formidabile talento e giovane sceneggiatore che è Kalinda Vasquez, i cui lavori precedenti includono “Prison Break” e “Once Upon A Time”. Non è stata una scelta semplice. Cinemax e i miei agenti mi hanno organizzato degli incontri con quasi una dozzina di autori, molti di loro molto capaci, ma la visione di Kalinda sulla storia e i personaggi mi hanno lasciato senza fiato. Ama la storia e il mondo, e sembra abbia capito davvero Willie e Randi, e il suo approccio a Cinemax è stato uno dei più lucidi e professionali che abbia mai sentito. Adoro il suo entusiasmo e non vedo l’ora di lavorare con lei”.