La notizia della morte di George Michael, avvenuta lo scorso 25 dicembre, si è arricchita di un particolare piuttosto macabro. Mentre le ipotesi sulle reali cause del decesso del cantante non sarebbero ancora state rese note, inizialmente si era ipotizzato che la morte potesse essere avvenuta per arresto cardiaco. Qualche giorno dopo, la stampa aveva parlato anche di possibile overdose ma a quanto pare la famiglia si sarebbe affrettata a smentire.

Nelle ultime ore l’ennesimo tentativo di spiegare la morte di George Michael: il cantante si sarebbe suicidato. Da cosa si è originata questa voce? In realtà quanto accaduto avrebbe davvero dell’incredibile. Sull’account Twitter del compagno dell’artista inglese, Fadi Fawaz, sarebbero apparsi alcuni tweet in serie, scritti presumibilmente dallo stesso Fadi Fawaz, in cui si rivelava che l’unico desiderio di George Michael era quello di porre fine alla sua vita, che il cantante aveva provato più volte a suicidarsi e che finalmente vi era riuscito.

George Michael suicidio account twitter Fadi Fawaz

Fadi Fawaz | Twitter

Fadi Fawaz ha immediatamente smentito di essere stato lui a scrivere quei tweet e ha poi spiegato al Mirror che il suo account sarebbe stato hackerato giusto il tempo per scrivere quelle frasi senza senso e poi essere cancellato del tutto dalla piattaforma social. Attualmente, infatti, l’account Twitter di Fadi Fawaz non è più raggiungibile. L’uomo si sarebbe detto anche piuttosto scosso e spaventato da quanto accaduto (“Mi sono svegliato e ho letto questa notizia“, ha dichiarato).

E se i tweet presumibilmente inviati dall’hacker non spiegherebbero di certo com’è morto George Michael, per provare a conoscere la verità bisognerà molto probabilmente attendere ancora qualche tempo dato che gli esami svolti sul corpo dell’artista avrebbero dato risultati inconcludenti.