Uno dei sex symbol e volti del cinema hollywoodiano più amati degli ultimi decenni compie gli anni: stiamo parlando di George Clooney che, dall’alto dei suoi 55 anni, pare non voglia perdere il suo sex appeal.

Nato Lexington, nel Kentucky, nel “lontano” 1961, il primo debutto di George è datato 1978, sul piccolo schermo, per la miniserie “Colorado“: a incoronarlo ufficialmente come sex symbol fu però la serie medical drama “ER – Medici in prima linea“, dove per più di 100 puntate (tra il 1994 e 1999) ha vestito i panni del pediatra Doug Ross.

Da qui la sua carriera può definirsi pressoché tutta in salita, fatta eccezione per il flop in  “Batman & Robin” del 1997: uno dei primi ruoli importati ricoperti da Clooney sul grande schermo fu quello in “Dal tramonto all’alba” di Robert Rodriguez (1996), dove recitò al fianco di Quentin Tarantino e Harvey Keitel. Una volta abbandonato il piccolo schermo e lasciatosi alle spalle il personaggio di Ross, George è comparso in numerosi film di successo tra cui “Fratello, dove sei?” dei fratelli Coen e ancora la serie di pellicole “Ocean’s Eleven”, “Ocean’s Twelve” e “Ocean’s Thirteen” (rispettivamente del 2001, 2004 e 2007), “Prima ti sposo, poi ti rovino” (2003), “Syriana” (2005), fino ad arrivare ai più recenti “Gravity” (2013), “Tomorrowland – Il mondo di domani” (2015) e “Ave, Cesare!” dei fratelli Coen.

Grazie al suo ruolo in Syriana George ha ricevuto il suo primo premio Oscar come Migliore attore non protagonista, mentre nel 2013 arriva il secondo riconoscimento come Miglior film per “Argo“, diretto da Ben Affleck e dove Clooney figura tra i produttori.

Oltre alla recitazione, nel corso della sua carriera Clooney si è dedicato anche alla regia: nel 2002 infatti debutta come regista in “Confessioni di una mente pericolosa”, per poi passare a “Good Night, and Good Luck” (2005), “In amore niente regole” (2007), “Le idi di marzo” (2011) e al più recente “Monuments Men” (2014).

A 55 anni suonati, però, George non ha certamente perso quel suo appeal e tanto meno la sua ironia: solamente qualche giorno fa – in occasione del tour promozionale della pellicola in uscita “Money Monster” – George è stato protagonista di un esilarante siparietto durante l’ormai celebre Carpool Karaoke di James Corden dove, insieme alla collega Julia Roberts e alla popstar Gwen Stefani si sono lanciati cantando alcune canzoni.

George Clooney: da scapolo più ambito di Hollywood a uomo sposato

La sua carriera cinematografica non è stata l’unica cosa che ha fatto parlare di George nel corso degli anni: nominato sex symbol e ben due volte incoronato come uomo più sexy del mondo, l’attore è stato spesso sotto i riflettori per via della sua vita amorosa, bazzicando tra alcune delle donne più belle fino ad aver trovato la donna giusta per lui.

Dopo il divorzio da Talia Baslam – avvenuto nel 1993 – si pensava che George non volesse più ripercorrere la navata di una chiesa e dire di nuovo “sì”: nel corso degli anni, infatti, l’attore ha avuto qualche liaison – tra le più note quella con la nostra Elisabetta Canalis – ma nessuna così “importante” da avergli fatto cambiare idea. Questo almeno fino a quando ha incontrato l’affascinante avvocatessa libanese Amal Alamuddin: con lei infatti è finalmente convolato a nozze a 53 anni, nel 2014, scegliendo come cornice della cerimonia la romantica Venezia.

Come Amal (che è anche attivista per i diritti umani), anche George è impegnato nel sociale e particolarmente sensibile alle campagne di difesa verso i più deboli: l’attore, infatti, è messaggero di pace dell’ONU – come altri suoi colleghi del cinema e, ad esempio, Angelina Jolie – e spesso protagonista di eventi benefici in favore delle popolazioni più in difficoltà, basti pensare al Darfur e a Haiti.