Giovedì 19 giugno 2014 il Gay Village di Roma riaprirà i battenti al Parco del Ninfeo all’Eur e si preparerà a vivere il suo tredicesimo anno di vita. La grande stagione, colma di numerose iniziative ed eventi organizzati, andrà avanti fino al prossimo 13 settembre.

Madrina della serata di apertura sarà Alessia Marcuzzi, affiancata, ovviamente, dalla direttrice artistica Vladimir Luxuria (coppia mediatica già negli studi del Grande Fratello). Il tema dell’edizione 2014, inspirato forse anche dai Mondiali in Brasile, è lo sport, e il motto coniato per l’occasione è “Dai un calcio all’omofobia” (ascolta qui la canzone di Zalone contro razzismo e omofobia). Non sarà comunque solo il calcio il protagonista dell’evento principale della stagione ma gli sport olimpici in generale, che si svolgeranno tra scenografie ispirate all’antica Grecia degli dei e dei suoi atleti.

La vera novità di quest’anno saranno infatti i “Gay Village Games”, giochi senza frontiere in chiave anti-omofobia, che partiranno nella serata del 20 giugno e saranno l’appuntamento fisso del venerdì. Come si legge nel sito ufficiale del Gay Village, sarà un’occasione per vivere lo sport “A modo nostro”, un modo intelligente e alternativo per combattere l’omofobia. La vera risposta efficace a ciò che è accaduto a Sochi qualche mese fa, insomma.

Ecco il programma completo dei Gay Village Games:

27 giugno: gara di freccette omofobe, usando come obiettivo le sagome di Giovanardi e Putin

4 luglio: partita di calcio tra gay e lesbiche

11 luglio: la corsa nel condom

18 luglio: drag wrestling, salto in alto col tubino e lancio della borsetta

1 agosto: raccolta di saponetta

15 agosto: il “palo della Luxuria”

22 agosto: la gara di lotta lesbica

5 settembre: gara di twerking, vogueing e la corsa sui tacchi

12 settembre: conclusione e consegna dei premi

(photo credit: @gayvillage Facebook)