Game of Thrones è appena tornato in tv con la sua 6a stagione (in onda su Sky Atlantic) e ha già confermato il suo status di serie tv tra le più amate dal pubblico. Lo dimostrano gli ascolti, altissimi fin dalla prima puntata e la partecipazione sui social, piuttosto calorosa e movimentata (soprattutto quando in rete viaggio lo spettro dello spoiler). E mentre tra i fan tiene banco l’affaire Jon Snow (che rimane uno dei personaggi più amati), noi vi sveliamo quali sono secondo noi i 5 motivi per cui Game of Thrones (da noi noto anche come Trono di Spade) continua ad avere così tanto successo.

Ha basi letterarie. La serie si ispira alla saga letteraria Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin, iniziata nel 1996 e ancora oggi in via di scrittura. Questo significa avere la garanzia di un soggetto solido e, nello specifico, in divenire e quindi sempre pronto a sorprenderci.

La trama è piuttosto vivace. A proposito di sorprese, a differenza di altre serie che con il passare del tempo finiscono per avere una trama ripetitiva e paludosa, Game of Thrones si è sempre dimostrata piuttosto vivace e il risultato è che non stanca mai. Anzi, le cose cambiano così velocemente che basta non vedere una puntata per perdere il filo.

È un fantasy. Non si può di certo negare che, da qualche tempo a questa parte, il fantasy sia uno dei generi più amati e Game of Thrones, con il suo mondo immaginario e i suoi personaggi lo rappresenta all’ennesima potenza.

È hot. Game of Thrones è diventato un cult anche per il suo essere estremamente libero e libertino. Il sesso da queste parti non è mai un tabù e sono ormai celebri i momenti ad alto tasso erotico.

Viene realizzato in maniera accurata. Il pubblico capisce quando un prodotto è di qualità ed è il caso di Game of Thrones, dove le forze messe in campo sono mastodontiche (si parla di uno staff di oltre 700 persone, di cui ben 260 sono attori) e tutto viene curato nei minimi particolari (basti pensare che una sceneggiatura può venire revisionata fino a 60 volte).