Nicola Savino la spara grossa, ma involontariamente. Durante la puntata di “Quelli che il calcio” di ieri, il conduttore ha ospitato in studio una mamma e una figlia in occasione della festa della donna. La ragazzina, tifosa sfegatata della Roma, era entusiasta perchè avrebbe seguito in diretta dallo studio di Raidue la partita della sua squadra del cuore contro il Chievo Verona. Ma una battuta di Savino fa scatenare l’inevitabile.

Senza nemmeno rendersene conto il presentatore, per conoscere il giudizio della ragazzina sul gioco della sua squadra, le domanda:

Come la vedi?”.

Peccato che la piccola tifosa in questione era non vedente, quindi la domanda è risultata poco opportuna. In studio nessuno ha fatto caso allo scivolone di Savino, ma su Twitter gli utenti iperattenti non hanno potuto che commentare subito l’accaduto definendo l’errore del conduttore una “gaffe terribile“, “imperdonabile“. Accuse sicuramente eccessive, data l’involontarietà della battuta fatta da Savino. Tanti gli esempi, inoltre, di gaffe del genere attribuibili a personaggi noti del mondo dello spettacolo. È rimasta nella storia quella di Barbara D’Urso che, durante una puntata di “Pomeriggio 5″, si lanciò in un saluto irriverente:

“Un saluto particolare all’istituto dei ciechi di Milano, so che ci stanno guardando”.

O ancora Gianni Morandi che, durante il concerto di qualche anno fa dedicato a Lucio Dalla, si rivolse così ad Andrea Bocelli, famoso tenore italiano non vedente:

“Guarda, ti faccio vedere un filmato bellissimo”.