Rischio scampato per Gabriel Garko, che in questi giorni si trova a Sanremo per prepararsi al proprio ruolo di conduttore del prossimo Festival che prenderà il via il 9 febbraio.

Questa mattina intorno alle 9 l’uomo è finito in ospedale a seguito dell’esplosione di una villa – conosciuta come “della Rosa” – sita nel quartiere residenziale di Solaro.

La deflagrazione, probabilmente  causata da una fuga di gas, ha provocato il crollo parziale della struttura; nelle macerie è stata trovata senza vita un’anziana donna di 77 anni, di origini russe, identificata come la proprietaria della casa. Ferita invece in modo lievissimo anche Valentina, la giovane donna che fa da assistente a Garko.

Dalle prime testimonianze sembra che la cucina dell’appartamento del primo piano sarebbe stata satura di gas e a causare la scintilla fatale ci avrebbe pensato l’accensione di un elettrodomestico.

Sul posto sono subito arrivati i mezzi dei Vigili del Fuoco, i carabinieri e alcune ambulanze: Gabriel Garko è stato trovato in stato di choc e poi portato al pronto soccorso dell’Ospedale Borea, ma le ferite riportate non sarebbero gravi. L’uomo si trovava infatti al piano terra della villa, mentre l’esplosione è avvenuta appunto al primo piano e sarebbe dunque stato colpito dal crollo dei calcinacci.

Le ultime notizie provenienti dalla struttura ospedaliera parlano di trauma cranico riportato dall’attore e di una prognosi di circa 10-15 giorni che forse potrebbe pregiudicarne la partecipazione al Festival o se non altro le modalità della stessa.

Nel video qui sotto, realizzato da Sanremonews, le immagini della villa di via Privata delle Rose 32 completamente sventrata dall’esplosione.