Paolo Ruffini ci prova e si lancia nella sua prima esperienza dietro la macchina da presa (davanti, oramai, possiamo affermare essere un professionista), e ci prova alla grande, con Fuga di Cervelli, pellicola liberamente tratta dal film spagnolo campione di incassi nel 2009: Fuga de cerebros di Fernando González Molina.

La trama è molto semplice, ma c’è qualcosa che la rende inaspettatamente interessante: la scelta di 5 personaggi decisamente problematici, ma sapientemente costruiti grazie anche all’aiuto di Giovanni Bognetti e Guido Chiesa.

Il film, infatti, racconta del giovane Emilio (Luca Peracino), prototipo dell’inetto, che decide di partire per Oxford per confessare il suo amore per Nadia (Olga Kent), tipica ragazza perfetta, trasferitasi dall’Italia all’Inghilterra dopo la vittoria di una borsa di studio. Nel suo intento sarà aiutato dai suoi amici di sempre: Alfredo (Paolo Ruffini), un ragazzo cieco deciso a non prendere atto del suo handicap, Lebowsky (Guglielmo Scilla), profondamente introverso e con difficoltà ad approcciarsi al mondo, Franco (Frank Matano), inspiegabilmente idiota, e Alonso (Andrea Pisani), paraplegico, con tutte le difficoltà che ne derivano; tutti e 5 partiranno per Oxford, dove faranno del loro meglio per aiutare Emilio ad avvicinarsi a Nadia… Con del tutto inaspettati risultati!

Qui sotto  il trailer del film.

Divertente, talvolta un po’ volutamente troppo volgare, ma molto vicino ai giovani, Fuga di cervelli è da vedere al cinema (a partire dal prossimo 21 novembre) per 5 semplici motivi:

1) Tra una risata e l’altra (a volte anche un po’ forzata dalle assurdità che i personaggi sono capaci di mettere in scena) potrebbe capitarvi di emozionarvi per davvero.

2) Il messaggio trasmesso dalla pellicola: le diversità possono essere motivo di arricchimento per tutti, e l’amicizia può essere cieca, proprio come l’amore.

3) La comicità dei personaggi (non vi nascondo che Frank Matano, per la prima volta sul grande schermo è divertente proprio come nei suoi mitici scherzi caricati su YouTube).

4) La partecipazione straordinaria di Biagio Izzo

5) Scoprire che Giulia Ottonello, la cantante vincitrice della seconda edizione di Amici di Maria De Filippi, esiste ancora e lavora come attrice oltre che come cantante.

VOTO: 8imismo! ;)