Arriverà il 10 marzo nelle sale italiane Forever Young, la nuova commedia generazionale di Fausto Brizzi, già autore di alcuni titoli come i due Notte prima degli esami, Pazze di me, Femmine contro maschi e Maschi contro femmine.

Il regista e sceneggiatore romano ormai prossimo ai 50 anni riflette con ironia su quello che è uno dei temi più frequentati dal cinema italiano, ovvero il divario di esperienze e prospettive esistente tra i giovanissimi e coloro che sono arrivati felicemente alla mezza età (se non oltre).

Il cast del film prodotto da Wildside e distribuito da Medusa infatti affianca dei veterani come Fabrizio Bentivoglio, Teo Teocoli, Sabrina Ferilli, Stefano Fresi, Lorenza Indovina, Lillo Petrolo, Luisa Ranieri e Claudia Zanella a volti più freschi come quelli di Emanuel Caserio, Pilar Fogliati o la webstar Francesco Sole.

In una società in cui invecchiare o semplicemente maturare è sempre più un tabù, mentre i ragazzi tendono sempre a voler crescere prima del tempo, esiste davvero un luogo in cui due diverse generazioni possono incontrarsi?

È ciò che tentano di scoprire i protagonisti di Forever Young, personaggi tipici dell’Italia di oggi. Troviamo l’avvocato Franco (Teocoli), un adrenalinico settantenne, appassionato praticante di sport e di maratona che all’improvviso scopre di diventare nonno grazie alla figlia Marta (Zanella) e a suo genero Lorenzo (Fresi) e e la sua vita cambia all’improvviso sentendosi crollare il mondo addosso.

C’è poi l’esperienza di Angela (Ferilli), estetista di 49 anni che ha una travolgente e tenera al tempo stesso storia d’amore con Luca (Caserio), di soli 20 anni, osteggiata dalla madre di questi, Sonia (Ranieri).

Seguiamo anche le disavventure di Diego (Lillo), un DJ radiofonico di mezz’età che deve fare i conti con gli anni che passano e con un nuovo, giovanissimo e agguerrito rivale (Sole) che tenta di soffiargli il posto.

Infine ecco Giorgio (Bentivoglio), 50enne in formissima con una giovane compagna (Pilar Fogliati) che però tradisce con una coetanea di 50 (Indovina) con la quale riesce davvero a comunicare per la prima volta dopo tanto tempo.