Bianca Atzei è la nuova testimonial di Fondazione Exodus. La cantante milanese, reduce dal Festival di Sanremo, ha sposato la causa della Onlus fondata da don Mazzi che si occupa di persone che vivono in condizione di disagio, dipendenze o marginalità sociale. La Fondazione Exodus, nata nel 1980 grazie al noto presbitero e scrittore italiano, persegue lo di far ritrovare capacità di amare e di essere amato, di aiutare la persona a svilupparsi e ad avere condizioni di autonomia fisica, psichica, spirituale, economica e sociale. Dispone di oltre 40 centri in Italia tra case accoglienza, comunità, centri d’ascolto e di orientamento, fornendo un prezioso servizio di ascolto e accompagnamento a una media di 2500 persone ogni anno.

Fondazione Exodus, Don Mazzi: “Ora il cuore di Bianca”

La Fondazione Exodus conta anche numerosi progetti di cooperazione allo sviluppo in 7 paesi del Sud del mondo: “Sono felicissimo che Bianca, dopo Sanremo, affronti un’avventura con me e per i miei ragazzi di Exodus – dichiara don Antonio Mazzi, Presidente della Fondazione Exodus -. Mi sono goduto, in anteprima, la sua voce intensa al Festival. Ora mi godo che, oltre la voce, Bianca ci metta anche il cuore. Exodus è avventura per tutti e quelli che ci hanno incontrato sono rimasti sempre affascinati. La parola, da sola dice libertà, cammino, speranza… apertura di strade impossibili. Grazie, Bianca, perché sei giovane, perché sei donna e perché oggi sei una di NOI!”. 

Bianca Atzei, dopo il sogno l’ultimo album

Dopo le collaborazioni con grandi artisti, come “Kekko” Silvestre dei Modà, Alex Britti, Gianni Morandi e alcuni brani diventati in poco tempo hit radiofoniche, quest’anno Bianca Atzei ha finalmente realizzato un sogno che inseguiva fin da piccola, partecipare al Festival di Sanremo. Milanese di nascita ma sarda nel cuore, la cantante sul palco dell’Ariston si è fatta notare anche per i suoi outfit prestandosi a giocare con la propria immagine. Ma nella vita di tutti i giorni viene descritta come una persona ben diversa e molto “easy”. Recentemente ha smentito le voci insistenti di un suo flirt con l’allenatore del Milan, Filippo Inzaghi: “Non siamo stati insieme – ha dichiarato a Vanity Fair -. Siamo solo amici ”. Da pochi giorni è uscito il suo ultimo album, “Bianco e Nero ” (Baraonda/Artist First), che contiene 20 brani tra cui “Il solo al mondo” e la cover di “Ciao amore, ciao” di Luigi Tenco che ha cantato al Festival di Sanremo.

Paolo Sperati su Twitter Facebook e Google+