La decima edizione del Florence Queer Festival è giunta al termine. Il sipario cala con un omaggio a Audre Lorde, scrittrice, poetessa e attivista. L’omaggio consiste nella proiezione del documentario Audre Lorde – The Berlin Years 1984 to 1992. La regia è affidata a Dagmar Schultz e la proiezione è prevista per le ore 18 di oggi al cinema Odeon di Firenze.

Audre Lorde – The Berlin Years 1984 to 1992 è un documentario ricco di video privati molto rari e riprese d’antan. È inoltre un racconto degli anni berlinesi di Audre Lorde, una delle attiviste statunitensi più importanti. Audre si impegnò in prima persona per porre fine alle discriminazioni razziali e sessuali che affliggevano il suo Paese. La sua fu una lotta senza confini, che portò avanti anche in Germania. Nella terra teutonica visse tra il 1984 e il 1992.

L’ultima giornata del Florence Queer Festival avrà inizio intorno alle ore 15.00. Si parte con la sezione Vintage e la relativa proiezione di Better Than Chocolate di Anne Wheeler (1999). Il film è una commedia romantica che narra la storia di Maggie e della sua relazione con Kim. Un divertente susseguirsi di malintesi familiari.

Successivamente verrà proiettato il documentario Lesbiana a parallel Revolution, di Myriam Fougere (2012) che, attraverso interviste alle protagoniste del tempo, si interessa alla storia della cultura lesbica a partire dal movimento femminista.