Flavio Insinna decide di difendersi da Striscia La Notizia rispondendo alle domande di Bianca Berlinguer a Cartabianca, nel programma in cui l’ex conduttore di Affari Tuoi aveva raccontato la sua visione del mondo. La partecipazione a Cartabianca con il monologo sulla gentilezza è stato forse il fattore scatenante che ha convinto Striscia la Notizia a mandare in onda le registrazioni audio pare che il conduttore insulti maestranze e concorrenti.

La puntata si apre proprio con un estratto di quella partecipazione e alla fine Insinna dice “Questo Paese non ti perdona il talento e la leggerezza. Quella che mi sta succedendo è cosa violentissima. Io ho detto delle cose giuste in maniera sbagliata”. “Anche le cose erano sbagliate”, ribatte immediatamente la Berlinguer con il conduttore che risponde: “E’ già materia di avvocati, chiedo scusa. La violenza a me è stata fatta facendo sentire a una signoradegli audio che non avrebbe mai sentito. La violenza contro di me è iniziata dopo CartaBianca”.

Flavio Insinna in una scusatio benevolenza cerca di togliere il focus dagli audio di Striscia la Notizia: “Chiedo scusa di nuovo. La prima cosa che ho fatto è far telefonare alla Rai dalla mia agenzia e far dire: ‘Qualunque multa io l’accetto’. Stasera, con tutto l’odio che c’è contro di me, vengo a parlare d’amore e di cose che questo Paese dovrebbe ritrovare. Io ho detto che voglio vivere in un Paese gentile, non gentile come me. Io collaboro con Emergency e altre realtà ma non farò qui la lista delle cose che faccio: questa campagna di odio sta banalizzando il bene. Mandare a Striscia la notizia una pagina del mio libro, dove scrivo di mio padre che muore, e scrivere ‘femminicidio’ è odio puro e violenza”.

Se fosse successo ad un altro Insinna dice che avrebbe voluto capire: “Avrei cercato di capire perché siamo tutti bravi a giudicare. Mi vergogno e mi vergogno. Però ho sempre difeso quello che stavo facendo. (…) Vorrei che parlassero tutti i concorrenti a cui ho concesso di pensare venti o trenta minuti prima di fare una scelta, perché si trattava della loro vita o del loro mutuo. Io credo in quel che faccio, lì proteggevo i concorrenti. Io posso anche starmene a casa. Io faccio quel che faccio perché credo in questo Paese e, ripeto, voglio vivere in un Paese gentile”.

Flavio Insinna, su una domanda di Tommaso Labate, annuncia che non entrerà in politica: “Questo assalto mediatico l’ho visto fare ai politici. E i miei sbagli sono tutti là: non ho ucciso, non ho evaso, non ho corrotto… Non voglio fare politica. Ho fatto l’ultima puntata vestito da astronauta e leggendo una poesia di Rodari (ne ho lette 200 in un anno). Non voglio fare politica perché ho una squadra di basket di disabili e entro settembre devo trovare un campo per loro. Ho i malati, ho Emergency, ho la comunità di Sant’Egidio. Questa è la mia politica”. 

Silvia Motta di TvTalk invece ritiene ingenua la posizione di Insinna che comunque conosce i meccanismi della televisione e che tutto viene registrato. Il conduttore è parso agitato per l’ospitata da Bianca Berlinguer che comunque ha sollevato e acceso i riflettori su i comportamenti di Insinna anche successivi al caso Striscia la Notizia non risparmiando critiche e osservazioni. La partecipazione però non ha tolto aloni su i fatti accaduti anzi, con i racconti del suo carattere fumantino ha solo confermato tutto quello che Striscia sta denunciando da giorni. In tutto questo l’unico programma a guadagnarci è stata Cartabianca che ha fatto uno degli ascolti più alti della stagione.

Flavio Insinna: sospeso lo spot di Brio Blu Rocchetta

Il caso sollevato da Striscia la Notizia su i comportamenti di Flavio Insinna ad Affari Tuoi ha fatto decidere a Cogedi, società che distribuisce i marchi Uliveto e Rocchetta, di sospendere lo sport di Brio Blu con protagonista l’ex conduttore del programma di Rai Uno. Nella nota dell’azienda pubblicata integramente sul messaggero si legge: “Noi per primi siamo rimasti stupefatti da quanto trasmesso da Striscia la notizia nelle serate del 23 e 24, in merito a comportamenti assunti dal signor Flavio Insinna nel contesto – fuori onda – del programma Affari tuoi e comprendiamo pertanto il suo disappunto. Desideriamo comunque informarla che la trasmissione, in ogni sede, dei nostri spot con il signor Insinna è stata immediatamente sospesa.  (…) Dal giorno successivo abbiamo sospeso la trasmissione degli spot pubblicitari. Stiamo rispondendo ad personam tramite il servizio consumatori o su Facebook alle richieste in merito. Ci rammarichiamo per quanto successo, anche noi siamo rimasti stupefatti. Alla luce di questo abbiamo deciso di sospendere i nostri spot in maniera definitiva.” Il conduttore potrebbe incorrere anche in delle ripercussioni contrattuali con l’azienda dell’acqua minerale che lo aveva scelto come testimonial.