L’indomito scapolo d’oro, Hugh Grant, giunto alla soglia dei 51 anni sta per misurarsi con una nuova dimensione di vita, quella che contempla la paternità.

È arrivato da pochi giorni un inaspettato fiocco rosa – pare da cinque settimane – frutto di una breve relazione con una donna di cui non ha reso possibile conoscerne l’identità, mentre gli unici comunicati stampa dell’attore riguardano la nascita della bambina di cui dichiara di essere molto felice e per la quale ha sistemato con premura ogni dettaglio.

Deve aver sistemato tutti gli argomenti concernenti il riconoscimento e il fatto di entrare in causa come genitore che si occupa dell’educazione e dell’allevamento della prole congiuntamente alla madre biologica della bambina, con cui ha dichiarato di essere in buoni rapporti di amicizia – nel modo in cui, cioè, si concilia una separazione contestualmente agli oneri riguardanti i figli.

Il volto di molte commedie rosa, come “Quattro matrimoni e un funerale” in realtà non si è mai sposato e, ben ché abbia avuto una storia d’amore duratura con Liz Hurley, resta noto alle cronache scandalistiche l’episodio che lo vide coinvolto in un arresto per essere stato sorpreso in atti osceni con una prostituta, che diede un grosso scossone alla relazione.