Non c’è bisogno di una presentazione speciale per Francesco De Gregori. Basta guardare al suo ricco curriculum musicale per venire a conoscenza dello spessore di un cantautore entrato nel cuore di due generazioni.

Il Principe, questo l’affettuoso nomignolo affibbiatogli dalla critica, è artefice di alcuni tra i più bei brani della musica italiana: Da Alice a Cardiologia, da Non c’è niente da capire a La donna cannone, da La storia a La leva calcistica del ’68, l’elenco potrebbe andare avanti all’infinito.

Brani che De Gregori porta in giro da anni nei suoi tour, ogni volta in una versione nuova e completamente rinnovata. Uno degli ultimi esperimenti? Sicuramente Work in progress, il tour al fianco di Lucio Dalla, pochi mesi prima della tragica e improvvisa scomparsa di quest’ultimo.

In uno dei suoi viaggi De Gregori è stato “seguito” da Stefano Pistolini, il quale ha girato un documentario dedicato al cantautore, che sarà presentato il 7 settembre alla Mostra del Cinema di Venezia, in occasione della Giornata degli Autori, sezione giunta alla nona edizione.

Il documentario su De Gregori prende il nome di Finestre Rotte. Più che una biografia si tratta del racconto di un’estate in tour. Venti canzoni live, backstage, conversazioni lungo le strade che da una città per cantare portano a un’altra città per cantare. In Finestre Rotte vi è poi la partecipazione speciale di alcuni artisti legati artisticamente a De Gregori: Cristina Donà, Vasco Brondi, Giovanna Marini e Ambrogio Sparagna. Ecco il trailer!