È in uscita la nuova trasposizione cinematografica della prima parte della saga Millenium di Stieg Larsson, “Uomini che odiano le donne”, questa volta diretta da David Fincher.

Sarà proiettata nelle sale cinematografiche italiane il prossimo tre febbraio la versione di Fincher dell’opera letteraria di Larsson, il regista che solo lo scorso anno ha raccolto plausi scroscianti per “The social network”, il film ispirato alla Marc Zuckerberg, il controverso ideatore di Facebook.

Il primo film ispirato al romanzo risale al 2009, opera del regista Niels Arden Oplev. Lo stesso Fincher, prima di accettare l’incarico per il remake ha voluto vedere l’opera prima per capire quanto e cosa ci fosse ancora da dire. L’idea del film di Fincher sembra che ruoterà soprattutto intorno all’attrazione che lega i due protagonisti, un argomento che non è in rilievo nel primo film ma che, secondo il regista, è centrale nella trama del romanzo.

Nel cast Mikael Blomkvist e Daniel Craig, mentre per il ruolo di Noomi Rapace, l’autore ha dichiarato:

Trovato Blomkvist, volevo una Lisbeth meno matura dell’originale, una ragazzina, una specie di ritardata emotiva a causa del suo passato difficilissimo. Allo stesso tempo la volevo più timida e riflessiva.

e scegliendo quindi per il ruolo Rooney Mara, già nei panni della girlfriend di Zuckerberg nella pellicola precedente.