Un gruppo di amici alle prese con la classica vacanza della maturità e con le aspettative di ogni diciottenne: sesso, alcool e divertimento. Ma se la dura realtà è che si tratta di quattro imbranati, il risultato sono gag al limite dell’osceno ed uno humor tipicamente inglese per una commedia tratta da una famosa serie TV.

Nonostante si tratti della copia carbone della sit-com che l’ha generato, “Finalmente maggiorenni” riesce ad essere più divertente che mai, anche se forse  in maniera troppo puerile e spesso scontata. La base narrativa vede i 4 amici confrontarsi nella vacanza della loro vita con i soliti problemi quotidiani che li vedevano già protagonisti nel serial televisivo.

Lo sfigato ma geniale Will, il bugiardo cronico Jay, l’egocentrico Simon e l’adorabile tonto Neil decidono al termine dell’anno scolastico di partire alla volta della Grecia, vacanza da sogno di ogni inglese, aspirando a divertimento sfrenato, sesso, e alcool senza controllo.

Se il film risulta essere troppo legato alla serie televisiva della quale sembra un episodio extra, è anche vero che questo è ciò che migliaia di fans chiedevano.

Una storia travolgente e la caratterizzazione eccessiva dei personaggi avrebbero forse snaturato la vicenda ed è perciò che la trama è volutamente semplice, addirittura scontata, non lontana dalla quotidianità se non per la location.

Le ansie, le paure, i desideri e soprattutto i vizi rimangono gli stessi anche in Grecia. Non è quello che succede a tutti noi?